500 mila euro per i “centri di riutilizzo” nei comuni

Li ha stanziati Regione Lombardia a favore di tutti gli Enti locali che intendono realizzare sul proprio territorio per progetti che contribuiscano alla riduzione della produzione di rifiuti urbani

Dove vanno i nostri rifiuti?

Regione Lombardia ha stanziato 500 mila euro a favore di tutti gli Enti locali che intendono realizzare sul proprio territorio i cosiddetti “Centri del riutilizzo” o ampliare quelli esistenti, che contribuiscano alla riduzione della produzione di rifiuti urbani.

“Si tratta – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Terzi – di un bando, per finanziare la realizzazione, da parte dei Comuni e i loro consorzi, Unioni di Comuni e Comunita’ Montane, di aree coperte o locali, che permettano di intercettare beni ancora in buono stato ed evitare cosi’ la produzione di rifiuti. L’obiettivo e’ di migliorare e potenziare il servizio comunale di gestione integrata dei rifiuti, costituire un servizio aggiuntivo per la cittadinanza e aumentare l’occupazione, anche di soggetti svantaggiati”.

PREMIATA LA MIGLIORE FUNZIONALITA’ – Il progetto – spiega l’assessore Terzi – di fatto attua il Programma regionale di gestione rifiuti e le norme comunitarie, nazionali e regionali che danno priorità alla prevenzione e riduzione dei rifiuti. Il bando prevede che i fondi siano attribuiti in base a punteggi
tecnici che favoriscano i ‘Centri del riutilizzo ‘ di migliore funzionalità. E’ finanziabile una percentuale delle spese ammissibili fino al 70 per cento per un importo massimo di 70.000 euro.

CARATTERISTICHE – I ‘Centri del riutilizzo ‘ sono locali o aree coperte, in cui viene effettuata la consegna, il deposito e il prelievo di beni usati, che non siano rifiuti, caratterizzati dal fatto di essere in buono stato.

DESTINATARI E RIFINANZIAMENTO – I destinatari della manovra sono i Comuni e loro consorzi, Unioni di Comuni, Comunita’ montane. Il provvedimento potra’ essere oggetto di rifinanziamento anche
negli anni successivi. “Negli scorsi anni – conclude Terzi – abbiamo gia’ emanato un provvedimento simile. Tutti i soldi stanziati sono stati assegnati e siamo riusciti a finanziare 39 centri di riutilizzo. Un risultato straordinario, segno della risposta concreta di Regione Lombardia ai bisogni del territorio”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.