Campi concimati: “Ma la puzza la sento solo io?”

Una lettrice si lamenta per l'odore di liquami dovuto alla concimazione dei campi nella zona vicina alla sua abitazione

Avarie
Foto varie

Gentile redazione,

Scrivo per segnalare l’insopportabile odore che ormai da almeno una settimana sta infettando Voldomino (il mio paese), Luino e dintorni.

Ogni anno, puntuale come un orologio svizzero, un tale concima i campi con il letame, in mesi tra l’altro afosi come questo, non permettendo nemmeno di poter aprire una finestra in casa, per il forte odore.

Ma la sento solo io? Possibile che nessuno dica o faccia niente a riguardo? Ormai è storia di tutti gli anni e vorrei proprio sapere cosa ne pensano i miei concittadini.

Non è possibile andare avanti in questo modo.
Saluti.

Irene

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da frenand

    ma c’erano prima i campi o prima la sua casa? forse le coltivazioni si fanno lì da secoli!

    1. Scritto da assurdo

      passo da anni in quella strada e da anni c’è questa puzza, se lei è il proprietario di una di quelle nuove villettine grige penso abbia fatto un grande errore di valutazione in fase di acquisto… a parte quelle nuovissime villettine le altre case sono decisamente più distanti e meno esposte al problema.
      la puzza in effetti è veramente forte e fastidiosissima ma quelle case a bordo campo…

    2. Scritto da FranzFranz

      É chiaro che il dottissimo Fernard o é il proprietario dei campi o é uno di quei concittadini che per fortuna abita lontano dalla puzza bestiale oppure é uno di quei feticisti che si emoziona respirando profondamente le particelle svolazzanti emanate dai gas sprigionati dal letame in questione, di certo rispondendo con un commento del genere e pensando di fare la figura della star sgargiante dimostra quanto le persone di fronte a problemi seri come questo, certo non parliamo di guerre o di fame nel mondo, ma posso assicurare che non poter aprire le finestre di casa, non poter lasciare asciugare i panni con questo bel caldo o non poter stare in terrazzo a cenare con la propria famiglia é un vero e proprio disagio. Il comune deve tutelarci o almeno far capire al “contadinotto” che non esiste solo lui, che le pannocchie crescono anche senza concimare in questo modo selvaggio e che scegliere giornate da 33 gradi per concimare quando tutti muoiono di caldo é da vero MALEDUCATO e IRESPONSABILE. VERGOGNA!

  2. Scritto da Bustocco-71

    Evidentemente c’è chi preferisce mangiare cibi trattati con prodotti chimici. Vabbè, no comment.