Fulgor Run, quasi 900 al via: vittoria per Dimiccoli

La seconda edizione della corsa che scatta dal Ponte di Cairate ha visto una partecipazione massiccia. Tra le donne successo di Speroni

fulgor run 2017 cairate podismo

A Cairate “formiche” è diventato ormai sinonimo di “Fulgor Runners”, il gruppo di atleti amatori locali che ha scelto proprio una simpatica formica come logo da sfoggiare sulle proprie magliette gialle.

E proprio una mascotte vestita da formica ha dato lo start al variopinto fiume di runners, camminatori e passeggiatori che si è riversata sul Ponte di Cairate sabato sera, al via della seconda edizione della Fulgor Run.

Ben 870 gli iscritti al secondo appuntamento con l’iniziativa, che ha più che confermato la bella esperienza dello scorso anno, con un rilevante incremento dei partecipanti.
Ripetuta l’emozionante esperienza della partenza dal Ponte di Cairate, dal sapore newyorkese, per una manifestazione rivolta a tutti: dai runners affermati che si sono cimentati con l’impegnativo percorso da 11 chilometri, agli atleti amatori, ai camminatori, fino a chi ha semplicemente approfittato per godersi una passeggiata lungo il percorso breve di 5 chilometri.

Il primo a tagliare il traguardo della distanza di 11km è stato Roberto Dimiccoli, che bissa così il successo dello scorso anno, seguito da Domenico Maddalena, Alberto Larice, Omar Morea e Alessandro Bono. Tra le ragazze, prima al traguardo Sara Speroni, quindi Arianna Matli, Elena Soffia, Anna Grasso e Marta Lualdi.

Ma la manifestazione ha raccolto la convinta adesione di tutto quanto il paese, presente in massa all’evento, così come dei comuni limitrofi.
Particolarmente apprezzata dagli organizzatori è stata poi la massiccia presenza delle scuole materne comunali, e dei tanti bimbi che hanno colorato l’evento.
In generale, tutti i partecipanti sono stati contagiati dal tono festoso della Fulgor Run, e una volta tagliato il traguardo in molti sono rimasti in Oratorio San Luigi a cenare al Fulgor Bar, per poi continuare la festa con il concerto della MisterXBand.
Molto folto anche l’esercito dei volontari, partner e collaboratori in genere, che hanno reso possibile l’evento, attivamente sostenuto da tutte le istituzioni locali.
Un successo, dunque, per quello che mira a diventare un piacevole appuntamento fisso nel calendario estivo non solo di Cairate, ma di tutta la Valle Olona.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.