La Pro Loco ingrana la marcia per gli eventi estivi

Dopo un anno di lavoro e le iniziative invernali, entra nel vivo l'impegno dell'associazione. E ci si prepara alla festa "Spacca il fusto"

Cardano al Campo
Cardano al Campo piazza Mazzini gente evento

La Pro Loco di Cardano, dopo un primo anno d’intenso lavoro e programmazione, dopo gli eventi invernali, è ora pronta a vivere in pieno la stagione estiva, con nuovi appuntamenti.

Il punto di partenza è il lavoro fatto nell’ultimo anno. «Abbiamo cambiato rotta – afferma Milena Melato, presidente della Pro Loco di Cardano al Campo, ragionando e riflettendo sul primo anno alla guida dell’associazione – in un anno abbiamo messo in cantiere numerosi eventi, iniziative e manifestazioni, tutti accomunati dallo scopo di fare aggregazione, di fare cultura, di essere un motore positivo per ravvivare la nostra città. Come da consolidata tradizione della Pro Loco, l’identità cardanese è il punto cardine da cui prende il via ogni iniziativa».

«Sappiamo tutti che Cardano al Campo è una città che, vista la vicinanza con un polo come Gallarate, ha sempre rischiato di finire fagocitata e di vedere i propri cittadini spostarsi per lo svago e le occasioni culturali e aggregative. Così il nostro obiettivo è da sempre quello di contrastare questo fenomeno, questa tendenza, e il modo più opportuno per farlo è non stancarsi mai di proporre iniziative, realizzare eventi e manifestazioni, attrattive principalmente per i propri cittadini, per i cardanesi, oltre che per chi vive nei paesi limitrofi. In questo primo anno alla presidenza della Pro Loco, posso dire con grande orgoglio che questa missione che ci eravamo posti può ritenersi pienamente compiuta».

La Pro Loco è ben orgogliosa delle iniziative lanciate nell’arco di un anno. A partire dalla prima, promossa lo scorso luglio, con la “Movida Cardanese” al Cuoricino «che ha visto partecipare più di 500 persone, un numero impressionante». E poi la tradizionalissima Giobia, anche qui di fronte a tantissime persone radunate in piazza Mercato ad assistere al rogo del fantoccio preparato dagli alunni della scuola Negri. Accompagnata dal concorso letterario sulla Giobia, alla sua settima edizione, a cui hanno partecipato tanti studenti delle scuole primarie e secondarie di Cardano al Campo.

Nel mese di marzo è stata la volta degli incontri informativi sulla prevenzione e sull’educazione, «entrambe tematiche estremamente sentite dai nostri cittadini e su cui occorre sempre fare cultura»: «l’incontro con la nutrizionista Sara Bertolaccini sulla spesa consapevole, quello con i medici Ilaria Morandi e Samuele Ceratti sulle patologie professionali, ma soprattutto quello con la popolarissima “Tata Lucia” della tv, al secolo Lucia Rizzi, di fronte ad oltre 300 mamme. Siamo ora al mese di giugno, anche questo intensissimo e pieno di occasioni di aggregazione, a partire dalla gita di domenica scorsa ai sacrari del Montello e di Fagarè, in occasione del centenario della Grande Guerra».

E ora si guarda ai prossimi appuntamenti, nella stagione estiva. Questa domenica è toccato all’Aperibici, la biciclettata per le famiglie per le strade e la brughiera di Cardano in collaborazione con Fiab, «mentre dal 30 giugno al 2 luglio la Pro Loco è in festa con “Spacca il fusto”, una manifestazione che unisce lo svago (cabaret, musica dal vivo, animazione per i bimbi) alla buona cucina con gli immancabili stand gastronomici, ma anche alla solidarietà, visto che il ricavato dell’evento verrà devoluto agli enti presenti sul territorio».

Melato ricorda come le tante iniziative sono frutto dello «sforzo reso possibile da tante energie di tutti quei volontari che credono nella missione della Proloco e che ce la mettono tutta per dare ai cardanese delle occasioni di sentirsi parte di una comunità viva, attiva, vivace, aggregante punto in una parola una comunità che sa stare insieme sia nelle occasioni più serie che nelle occasioni di svago».
 L’intenzione è proseguire con un impegno forte, tante iniziative, un programma che viene definito grazie alle «sinergie costruite con le associazioni e le realtà del territorio» e grazie soprattutto al «sostegno concreto e più o meno silenzioso che tanti cardanesi ci hanno dimostrato in questi dodici mesi con la loro presenza costante, partecipe ed entusiasta».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.