Studenti promossi a pieni voti in “cura dell’ambiente”

Una festa ma anche un momento di riflessione si sono svolti a Villa Recalcati dove gli studenti di 65 istituti scolastici hanno partecipato alla manifestazione conclusiva di "Green School"

La premiazione delle \"Green school\"

«Il numero crescente di scuole che aderiscono alla rete è la migliore dimostrazione della bontà e dell’impegno in questo progetto» Così il consigliere provinciale Valerio Mariani ha elogiato gli sforzi in campo ecologista che 65 istituti scolastici di ogni ordine e grado del territorio hanno messo in campo per l’edizione 2016/2017 di Green School.

Galleria fotografica

La premiazione delle \"Green school\" 4 di 10

Questa mattina, i partecipanti si sono ritrovati a Villa Recalcati, sede della Provincia, per l’evento conclusivo che ha visto, tra le altre cose, un flash mob oltre alle premiazioni con l’assegnazione delle certificazioni da parte di Agenda 21 e Cast.

Nel parco della Villa, che da anni promuove e coordina questa rete, i ragazzi hanno composto la scritta “Green Schools” al termine di un anno di progetti sui temi delle eco-azioni su rifiuti, della mobilità e dell’energia, sperimentando altre buone pratiche in materia di spreco alimentare e natura/biodiversità.

«Oggi – ha sottolineato Mariani –  i tanti ragazzi premiati hanno sostanzialmente ricevuto “un’investitura” e loro saranno i primi a raccontare questa esperienza ai loro genitori e a trasmettere i valori che hanno imparato su temi di grandissima attualità quali i rifiuti e la gestione del loro ciclo, la mobilità, la bio diversità e lo spreco alimentare. Iniziative come questa aiutano a gettare le fondamenta per costruire una società più attenta a questi temi sempre più strategici per la qualità della nostra vita, per l’ambiente e i contesti in cui viviamo e che troppo spesso maltrattiamo. A volte bastano davvero pochi e semplici gesti, messi in pratica però da tutti, per avere un mondo migliore».

Le Green Schools nel corso dell’anno scolastico hanno sviluppato diverse iniziative e buone pratiche sostenibili per ridurre concretamente le emissioni di CO 2 della scuola e del suo indotto e in generale per promuovere modelli e stili più sostenibili.

I risultati, insieme all’eccellenza dei lavori svolti e all’impegno delle scuole danno una forte motivazione alla Provincia di Varese che ha dichiarato l’interesse a sostenere le attività di educazione allo sviluppo sostenibile impegnandosi a:

consolidare il progetto Green School, che intende diventare una prassi ed un percorso formale di scala provinciale a cui potranno partecipare tutte le scuole, sviluppando ulteriormente i metodi di valutazione e gli strumenti formativi e comunicativi. Particolare attenzione dovrà essere rivolta alle scuole superiori che necessitano di un approccio più adatto alla loro dimensione e complessità gestionale;

creare una rete provinciale per l’educazione allo sviluppo sostenibile che coinvolga secondo una strategia d’azione comune i referenti delle istituzioni scolastiche come l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – Varese e gli altri soggetti del territorio (es. enti locali, università, associazioni, imprese, enti di ricerca, ecc.) creando così delle sinergie e delle opportunità per le scuole;

« Se il progetto Green School sta diventando un’eccellenza – ha concluso il consigliere provinciale – è anche merito dei Comuni e di tutti gli altri soggetti (associazioni, aziende per la gestione dei rifiuti, ARPA, Enti parco e Comunità Montane, cittadini volontari, comitati di genitori, protezione civile, GEV, ecc.) che, grazie alle loro attività/progetti o più semplicemente alle loro competenze, collaborano ogni
anno con le scuole fornendo un supporto concreto ed operativo ai docenti e agli studenti impegnati a diventare Green School».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 giugno 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La premiazione delle \"Green school\" 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.