Varese celebra la Giornata mondiale del Rifugiato

Martedì serie di eventi nel capoluogo per riflettere sul fenomeno migratorio con le associazioni che si occupano di accoglienza

guardia costiera migranti profughi
Foto varie

Il 20 giugno si celebra la giornata mondiale del rifugiato. Anche Varese aderisce attraverso le associazioni che si occupano sul territorio della gestione delle migliaia di richiedenti asilo ospitati nelle strutture della provincia.

Ne fanno parte Acli, Cooperativa Lotta Contro L’Emarginazione, Cooperativa Intrecci, Progetto Arca, Cooperativa Agrisol, l’Associazione I Colori del Mondo Onlus, Cooperativa Farsi Prossimo ed Exodus. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Varese.

Il programma delle iniziative prevede 4 momenti durante tutta la giornata di martedì a partire dalle 10 quando i richiedenti protezione internazionale ospitati in città si recheranno nelle sedi di diverse istituzioni cittadine (questura, prefettura, Asl, Comune) per consegnare un piccolo segno di riconoscenza nei confronti degli uomini e delle donne che li hanno aiutati nel loro percorso in Italia.

Dalle 10 alle 16 in piazza Podestà si raccoglieranno le firme per la campagna “Ero straniero, l’umanità che fa bene” finalizzata alla modifica della legge sull’immigrazione.

Al pomeriggio, dalle 17 alle 18, presentazione del libro “L’Europa deporta” di Paolo Grassi al teatro Santuccio di via Sacco. A seguire ci sarà una tavola rotonda col sindaco di Varese Davide Galimberti, il sindaco della rete dell’accoglienza Silvio Aimetti,  Antonio Russo dell’Acli e Tiziana Bianchini del gruppo Trotta CNCA.

La giornata si chiuderà con il concerto del coro gospel “The Greensleeves Gospel Choir” e della band di percussioni afro “Band Vela”.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 18 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.