Varese Pride 2017: migliaia di “arcobaleno” alla seconda edizione

In tanti per il corteo che rivendica i diritti per tutti. Musica e bandiere arcobaleno hanno riempito il centro della città

Varese Pride 2017

Erano almeno duemila i partecipanti che hanno colorato le strade della città per il Varese Pride 2017.

Galleria fotografica

Varese Pride 2017 4 di 56

A suon di musica e bandiere arcobaleno, vestiti bizzarri e coloratissimi il corteo, partito da via Sacco,  ha percorso il centro della città fino a Piazza Repubblica per ritornare in Piazza Monte Grappa. Moltissima la gente a partecipare attivamente: non solo attivisti ma anche sostenitori. Tra gli amministratori, ben quattro assessori della giunta Galimberti: Dino De Simone, Andrea Civati, Ivana Perusin e Rossella di Maggio.

Moltissimi anche i curiosi, che hanno guardato dalle finestre o hanno assistito ai bordi della strada, molto spesso con il telefonino in mano per immortalare il corteo, “capitanato” dal carro del salotto, che ha garantito musica e balli fino all’arrivo, con la dj Valentina Cusano alias Lady Madness.

Alle 17, l’arrivo in piazza Monte Grappa, e quest’anno il palco era rivolto dal parte giusta: cioè verso la piazza e non verso via Bernascone. Il primo a parlare, nelle parte più “seria” è stato Stuart Milk, nipote di Harvey Milk, primo Gay dichiarato nell’amministrazione americana (era consigliere comunale a San Francisco) assassinato nel 1978, che ha ricordato come questa sia innanzitutto «una lotta per i diritti umani».Dopo di lui, anche il viceconsole degli stati Uniti in Italia, Rami Shakra e il presidente nazionale di Arcigay, Flavio Romani.

LA PARTENZA DA VIA SACCO

 LA DIRETTA DEL PRIMO GIRO DEL VARESE PRIDE

IL DISCORSO DI  STUART MILK

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 giugno 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese Pride 2017 4 di 56

Galleria fotografica

I colori del pride 4 di 16

Video

Varese Pride 2017: migliaia di “arcobaleno” alla seconda edizione 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da axelzzz85

    GRAZIE a tutti per questa bella manifestazione!
    Ormai, il PRIDE di VARESE è diventato Tradizione!!

  2. Scritto da Bustocco-71

    Anche in questa occasione i commercianti non perdono l’occasione per fare una brutta figura, vedendo solamente il calo del 30% di un pomeriggio (sempre che sia vero) e non vedendo quello che una maggiore visibilità della città può portare.