Arriva LagoMaggioreMusica 2017

La 23° edizione di Festival: dalla metà di luglio a fine agosto, 18 concerti sulla sponda piemontese e quella lombarda del Lago Maggiore con i vincitori dei più importanti concorsi internazionali

Avarie

Dalla metà di luglio a fine agosto, 18 concerti sulla sponda piemontese e quella lombarda del Lago Maggiore con i vincitori dei più importanti concorsi internazionali

Giunto quest’anno alla sua ventitreesima edizione, il Festival LagoMaggioreMusica promosso da Gioventù Musicale d’Italia torna sulle sponde di uno dei nostri laghi più belli con un programma musicale di altissima qualità.
Da sempre il Festival si pone un duplice obiettivo: da un lato, vuole rispondere alla sempre più crescente richiesta di appassionati di musica presenti nell’area durante il periodo estivo; dall’altro, mette a disposizione dei musicisti sedi di concerto che, per bellezza e suggestione, lasciano un segno indelebile del fascino di questo territorio.
Il grande successo di pubblico e la curiosità nei confronti dei giovani artisti sono stati e saranno certamente anche quest’anno lo sprone a continuare lungo questo percorso.

La rassegna musicale di GMI prende il via sabato 15 luglio e termina sabato 19 agosto 2017 (inizio concerti ore 21.00) e vedrà in calendario 18 concerti, in una fitta programmazione che si snoda nel cuore della stagione estiva per offrire un imperdibile panorama di musica classica, con aperture al folk e alla musica antica.

Tra gli artisti di spicco, quest’anno il Festival può vantare la presenza dei vincitori di alcuni dei concorsi internazionali più prestigiosi, che si esibiranno in Italia per la prima volta proprio grazie alla Gioventù Musicale.

Diffondere la musica tra i giovani grazie ai giovani artisti è infatti – come molti sanno – uno degli scopi principali della Fondazione Gioventù Musicale d’Italia, che da sempre individua e valorizza le giovani eccellenze musicali attraverso il legame da tempo consolidato con la Fédération Mondiale des Concours Internationaux de Musique (FMCIM).

Fra questi, il pianista sudcoreano Yekwon Sunwoo, fresco vincitore, meno di un mese fa, dell’edizione 2017 del Van Cliburn di Forth Worth, e la cui presenza costituisce una vera e propria “anteprima” esclusiva; a lui sarà affidato quest’anno il concerto inaugurale dell’intera rassegna.
Una vera e propria esclusiva sarà anche la presenza del violoncellista francese Victor Julien-Laferrière, classe 1990, vincitore del Primo Premio del Concorso Internazionale Regina Elisabetta di Bruxelles 2017.

A questi due giovani, strepitosi artisti, si aggiunge la presenza dell’arpista cinese Yu Ying Chen, vincitrice del Primo Premio all’Israel International Harp Contest di Tel Aviv 2015, il più importante Concorso al mondo per l’arpa, e qui alla sua prima apparizione italiana.

La rassegna di quest’anno sarà anche l’occasione per festeggiare con un concerto i sessant’anni del sodalizio artistico del Duo pianistico formato da Bruno Canino e Antonio Ballista.

I nuovi spettatori potranno scoprire monumenti e luoghi d’arte come il Palazzo Perabò di Cerro di Laveno Mombello (VA), sede del MIDeC (Museo Internazionale del Design Ceramico), nonché Casa Usellini ad Arona (NO), dimora privata, appositamente aperta al pubblico in occasione dei concerti della GMI.

Tra i luoghi del Festival ritornano quest’anno l’Eremo di Santa Caterina del Sasso, monastero posto a strapiombo sulla sponda orientale del lago Maggiore, nel comune di Leggiuno (VA) in uno dei contesti naturali più affascinanti dell’intero Lago Maggiore, e Villa Frua, a Laveno, elegante dimora del Settecento all’interno di un parco secolare.

Giovedì 20 luglio, il Quartetto Lyskamm, Premio Claudio Abbado del Borletti – Buitoni Trust, composto da Cecilia Ziano e Clara Franziska Schötensack al violino, Francesca Piccioni alla viola e Giorgio Casati al violoncello; il Quartetto si esibirà nella splendida Casa Usellini ad Arona,

Venerdì 21 luglio il Festival si sposta all’Eremo di Santa Caterina del Sasso a Leggiuno (VA) con un concerto di Musica Antica affidato a Claudio Astronio all’organo e alla cantante Marina Bartoli.

Villa Frua di Laveno (VA), sabato 22 luglio, sarà la sede di un esclusivo concerto con il violoncellista Victor Julien-Laferrière vincitore del Primo Premio al Concorso Internazionale Regina Elisabetta di Bruxelles 2017, una delle competizioni mondiali più importanti della musica classica; sarà accompagnato al pianoforte da Théo Fouchenneret.

Si cambia orizzonte con la chitarra di Lazhar Cherouana domenica 23 luglio al Santuario della Madonna di Campagna di Lesa (NO).
Giovedì 27 luglio, ad Arona (NO), sempre a Casa Usellini, sarà la volta del pianista russo Alexander Panfilov, Primo Premio al Concorso Rina Sala Gallo di Monza 2016.

Venerdì 28 luglio l’arpa di Yu Ying Chen, Primo Premio all’Israel International Harp Contest di Tel Aviv 2015 risuonerà nella splendida cornice dell’Eremo di Santa Caterina del Sasso a Leggiuno (VA).

Sabato 29 luglio, a Palazzo Perabò di Cerro di Laveno (VA) torna la musica antica con il gruppo I Bassifondi, formato da Simone Vallerotonda, alla tiorba e alla chitarra e dal percussionista Leonardo Ramadori.

Si entra nel mese di agosto, martedì 1, con il concerto della pianista Mariam Batsashvili, alla Chiesa Parrocchiale di San Martino a Lesa. La giovane artista è stata la prima e unica donna ad aver vinto il prestigioso Primo Premio al Concorso Internazionale Liszt di Utrecht nel 2014.

Giovedì 3 agosto, Casa Usellini di Arona (NO) ospiterà il concerto del Quartetto Zahir, Primo Premio al Concorso Internazionale di Osaka 2017, formato Guillaume Berceau al sax soprano, Sandro Compagnon al sax alto, Florent Louman al sax tenore, Joakim Ciesla al sax baritono.

Sabato 5 agosto a Palazzo Perabò di Cerro di Laveno (VA), il Duo Pianistico formato da Bruno Canino e Antonio Ballista festeggerà con il pubblico di LagoMaggioreMusica i sessant’anni di carriera con un concerto dal titolo emblematico: ”Notre amitié est invariable”

La Sala Consiliare di Lesa (NO), martedì 8 agosto, sarà la sede di un interessante concerto di musica folk con il Duo Bottasso formato dai fratelli Simone all’organetto diatonico e Nicolò al violino. Il programma proposto presenterà un inconsueto e affascinante viaggio nella musica tradizionale delle valli occitane del Piemonte.

Giovedì 10 agosto si torna a Casa Usellini ad Arona (NO), con la violoncellista polacca Zuzanna Sosnowska, Primo Premio al Concorso Internazionale Lutoslawski di Varsavia 2015, accompagnata al pianoforte dalla pianista Meri Tschabaschwili.

Venerdì 11 agosto alla Chiesa Vecchia di Belgirate (VB) appuntamento con il piano del giovane interprete marchigiano Umberto Jacopo Laureti.

Sul palco dell’Oratorio di San Vincenzo a Sesto Calende (VA), sabato 12 agosto due dei più brillanti giovani talenti del concertismo nazionale: da un lato il sassofonista Jacopo Taddei, diplomato con Lode e menzione al Conservatorio di Milano e fresco vincitore della medaglia che la Camera dei Deputati assegna per “meriti particolari in ambito artistico”; dall’altro il fisarmonicista Samuele Telari, vincitore delle Audizioni Nazionali della Gioventù Musicale 2013.

Penultimo concerto giovedì 17 agosto a Casa Usellini ad Arona (NO), con il pianista francese Jonathan Fournel, Primo Premio al Concorso Internazionale di Glasgow 2014.

Il Festival chiude sabato 19 agosto a Palazzo Perabò di Cerro di Laveno (VA) con il Quartetto Noûs, ensemble d’archi composto da Tiziano Baviera e Alberto Franchin, violino, Sara Dambruoso alla viola, Tommaso Tesini al violoncello.

TUTTI I CONCERTI INIZIANO ALLE ORE 21.00

I LUOGHI:

ARONA (NO): Casa Usellini
BELGIRATE (VB): Chiesa Vecchia
LAVENO MOMBELLO (VA): Palazzo Perabò di Cerro di Laveno, Villa Frua
LEGGIUNO (VA): Eremo di Santa Caterina del Sasso
LESA (NO): Chiesa Parrocchiale di San Martino, Sala Consiliare, Santuario della Madonna di Campagna
SESTO CALENDE (VA): Oratorio di San Vincenzo
Biglietti:
Intero € 12
Ridotto € 10 (over 65, under 25)
(Ingresso gratuito per bambini e ragazzi fino a 14 anni)

Fondazione Gioventù Musicale d’Italia
Via S. Croce 4 – Milano
Cell. 333 3589577

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.