Assegnazione alloggi pubblici, novità nel regolamento

Proseguono in Commissione Territorio le audizioni sul nuovo regolamento attuativo per le assegnazioni degli alloggi pubblici e sociali

Nel centro di Tradate il palazzo a impatto zero

Proseguono in Commissione Territorio le audizioni sul nuovo regolamento attuativo per le assegnazioni degli alloggi pubblici e sociali.

Questo pomeriggio la Commissione, presieduta nell’occasione dal Vice Presidente Mauro Piazza (Lombardia Popolare), ha incontrato i rappresentanti di Federcasa Lombardia, di Lombardia Informatica e delle ALER di Milano; Pavia e Lodi; Brescia, Cremona, Mantova, Bergamo, Lecco, Sondrio; Varese, Busto Arsizio, Como, Monza e Brianza.

Le principali novità introdotte da questo regolamento prevedono la sostituzione dei bandi comunali con avvisi pubblici sovracomunali e il fatto che l’assegnazione degli alloggi sociali sarà direttamente a cura dei rispettivi enti proprietari, Comuni e Aler. Poi, con la piattaforma informatica trasparente, ogni famiglia potrà scegliere l’alloggio più confacente alle proprie esigenze.

Tramite il mix abitativo sono state stabilite le quote per le assegnazioni. Posto che il 20% del totale sarà destinato a persone in stato di povertà assoluta, per il resto il 30% sarà destinato agli anziani, il 20% a famiglie monoparentali, il 15% a disabili, il 20% a famiglie di nuova formazione e il 10% alle forze di polizia. Un ulteriore 5% verrà destinato ad altre categorie di rilevanza sociale, ad esempio le donne maltrattate. Queste categorie saranno definite dai rispettivi Piani di Zona.

Per i punteggi delle graduatorie si calcoleranno tre tipi di disagio: disagio abitativo, disagio famigliare e disagio economico. Quarto criterio sarà l’anzianità di residenza, sia nella Regione che nel Comune, la cui introduzione costituisce una novità rispetto al regolamento precedente. A settembre partirà la sperimentazione funzionale per sei mesi, che comincerà in alcune zone della Lombardia che saranno prossimamente individuate dalla Giunta. Concluse le audizioni, giovedì 20 in Commissione comincerà la discussione e l’esame provvedimento, del quale è stato nominato relatore Roberto Anelli (Lega Nord), con l’obiettivo di esprimere poi il parere di competenza nella seduta del 27 luglio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.