Il Canada interessa anche alle pmi varesine

Seminario di Confartigianato sul Ceta. L'appuntamento è per mercoledì 26 luglio, alle 18, in Sala Turri nella sede di viale Milano

confartigianato imprese varese
confartigianato imprese varese

Il Canada è il secondo Paese più esteso del mondo dopo la Russia. Un’economia in forte espansione e in costante crescita; disoccupazione bassa e un prodotto interno lordo che lo colloca ai primi posti al mondo. Una comunità italiana di un milione e mezzo di residenti per un mercato particolarmente recettivo (capace di penetrare tanto gli Usa quanto l’Europa) adatto anche alle piccole e medie imprese della provincia di Varese.

Un’occasione che Confartigianato Imprese Varese ha colto al volo con il seminario gratuito “L’accordo Ceta e le opportunità di business tra Canada, Italia e Unione Europea” che si terrà mercoledì 26 luglio, alle 18, in Sala Turri (terzo piano della sede provinciale di Viale Milano 5 a Varese).

La presentazione del seminario, l’illustrazione dell’accordo Ceta e i numeri del Canada saranno oggetto di una presentazione alla stampa giovedì 20 luglio, alle 13, in Sala Turri con collegamento via Skype con Corrado Paina, direttore esecutivo dell’Italian Chamber of Commerce of Ontario e con un imprenditore locale, che porterà una testimonianza diretta delle chance d’oltreoceano.

Al seminario di mercoledì 26 interverranno Davide Galli presidente di Confartigianato Varese; Giuseppe Pastorelli, console generale d’Italia a Toronto; Jan Scazighino, Ministro Consigliere dell’Ambasciata del Canada a Roma; Mario Nigro, avvocato dello Studio legale Stikeman Elliott Llp e Vittorio Turinetti di Priero, Lca Studio Legale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.