Il nuovo lavatoio si presenta

Il risultato del restauro ha visto la partecipazione della comunità locale che ha salutato l’antico luogo di lavoro e ritrovo per molte donne del paese

L\'inaugurazione del nuovo lavatoio

Sul volto dei cuviesi più attempati traspariva forte, sabato scorso, una nostalgica emozione nell’ammirare il restaurato lavatoio del “Poncin”, antico luogo di ritrovo e chiacchere “only for women”, si direbbe oggi, che ha segnato la vita di molte persone.

Galleria fotografica

L\'inaugurazione del nuovo lavatoio 4 di 15

Oltre 200 persone hanno partecipato, la sera del 15 luglio presso l’asilo Erminia Maggi a Cuvio per ascoltare la banda e per ammirare il restaurato “Funtanun de Vig”.

Anche la gloriosa Filarmonica Cuviese con l’esibizione tenuta nel giardino adiacente, ha voluto onorare con il suo più importante concerto estivo il rifiorire di due importanti luoghi della vita quotidiana: l’asilo, inaugurato nel settembre scorso, e appunto il lavatoio del Poncin.

Durante il concerto tutto il lavoro di restauro e’ stato presentato e commentato dal sindaco Luciano Maggi e dalla presidente della Pro Loco Giovanna Mutterle che si sono ritenuti soddisfatti e orgogliosi di avere ridato al paese un bellissimo monumento grazie al pregevole lavoro della ditta Marchesi di Cuveglio che ha riportato la struttura ad esibire la sua architettura iniziale datata inizio 1900.

Entusiasta e come detto emozionata la numerosa popolazione che si augura ora un proseguo dell’operazione “Salviamo i lavatoi” e anche di altre belle opere che ornano il paese.

La fresca temperatura che, attorno alla vasca dell’acqua, in questa serata d’estate si poteva godere, crea forte l’auspicio che i “fontanoni” ritornino ad essere, luoghi di ritrovo, di chiacchiere, di pettegolezzi ma anche di consigli e confidenze che l’avvento delle modernità avevano relegati a luoghi della memoria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L\'inaugurazione del nuovo lavatoio 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.