Inaugurata scultura in legno dell’artista Giuseppe Scaranto

La scultura  lungo la rotonda di via 26 Agosto. Il sindaco: «Un punto fermo sulla voglia di rivendicare le radici culturali e valoriali delle nostre comunità»

Avarie

È stata scoperta l’opera dell’artista macugnaghese Giuseppe Scaranto trapiantato a Morazzone, nel pomeriggio di domenica 16 luglio, alla presenza della locale banda Mam, del Sindaco Matteo Bianchi e dei ragazzi della Pro Loco.

La scultura rappresenta lo stemma del paese, capeggiato da un’aquila imperiale e da una testa di moro che -a differenza dei significati sardi- ricorderebbe il toponimo Morazzone già soprannome del famoso pittore seicentesco Pier Francesco Mazzucchelli, il quale si diede come stemma familiare ciò che ora vediamo raffigurato come emblema comunale.

«Inoltre, lo scultore Scaranto si è dilettato a rappresentare alla base del cippo dei momenti della vita contadina e di osteria, tipica dei borghi di provincia e che hanno fatto la storia dei nostri territori», afferma il sindaco Matteo Bianchi.

Chiude la scritta in lingua locale “Murazum”, «che mette un punto fermo sulla voglia di rivendicare le radici culturali e valoriali delle nostre comunità», conclude Bianchi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Ottimo! Una scultura in mezzo ad una rotonda stradale. E come credete che la gente possa fermarsi, avvicinarsi ed apprezzarla?