La chirurgia senza primario? Dionigi vince un concorso a Messina

Il primario della chirurgia 1 di Varese potrebbe lasciare l'ospedale di Varese e spostarsi all'università siciliana. Si aprirebbe così una delicata fase di successione

Gianlorenzo Dionigi

Il professor Gianlorenzo Dionigi lascia Varese? L’ipotesi, di cui si parla da settimane insistentemente in ambienti ospedalieri, trova potenziale conferma nel decreto firmato proprio ieri, giovedì 13 luglio, dal Rettore dell’Università di Messina Pietro Navarra.

Nel documento Gianlorenzo Dionigi si indica idoneo alla chiamata, per ricoprire l’incarico messo a bando nell’aprile scorso per un professore di prima fascia nel settore della Chirurgia generale presso il Dipartimento di patologia umana e dell’adulto Barresi dell’Università di Messina. Il professore era  primario della Chirurgia 1 di Varese cinque anni fa con il pensionamento del padre Renzo.

Nel caso l’incarico venisse accettato da parte del professor Dionigi, per l’Università dell’Insubria si apre la fase di successione alla guida del reparto varesino che, recentemente, ha visto andarsene anche uno dei più brillanti allievi dell’ex rettore, il professor Luigi Boni, chirurgo con specialità laparoscopica, andato a dirigere la chirurgia del Policlinico di Milano.

Il timore è che, in periodo di scarsità di risorse, l’esperienza della Chirurgia 1 finisca andando a confluire nella parallela struttura diretta dal dottor Eugenio Cocozza.

di
Pubblicato il 14 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mike

    Non ho dubbi che il Prof Dionigi resti a Varese. L’ospedale di Circolo è tra le eccellenze della Sanità italica, ergo si tratta solo di usare il buon senso….