Morti in corsia a Saronno: inizia il processo

Si è aperto il procedimento a carico del medico Leonardo Cazzaniga e dell'infermiera Laura Taroni accusati di aver ucciso cinque persone

tribunale di Busto Arsizio processo agli amanti killer dell'ospedale

Una fila di avvocati, parenti delle vittime, indagati e legali delle associazioni che intendono costituirsi parte civile si è presentata, questa mattina, martedì 18 luglio, al tribunale di Busto Arsizio per l’apertura dell’udienza preliminare sulla vicenda dei due amanti killer dell’ospedale di Saronno.

I principali indagati sono il medico di pronto soccorso Leonardo Cazzaniga e l’infermiera Laura Taroni, sua compagna nella vita, ai quali è contestato l’omicidio del marito della donna, Massimo Guerra, agricolotore di Lomazzo (Como) avvenuto per avvelenamento e in concorso.

Sono altre quattro invece le morti in corsia contestate a Cazzaniga, avvenute tra il 2012 e il 2013. Tra i 12 indagati vi sono anche, per omessa denuncia e favoreggiamento, l’ex primario del pronto soccorso, ma anche i membri della commissione di inchiesta interna dell’azienda ospedaliera che non ravvisò scorrettezze nell’operato del medico.

Tra le associazioni che hanno presentato richiesta di essere ammesse come parte civile vi sono la Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi, l’ordine dei medici di Milano, il Condacons, l’assocazione Codici. 

di
Pubblicato il 18 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.