La bufala del centro islamico a Rescaldina fa infuriare Cattaneo

A ritirare fuori l'ipotesi il suo predecessore Paolo Magistrali in un post polemico su facebook, a commento della condanna degli attentati in Spagna da parte dell'Imam di Legnano. Il sindaco: "Sciacallaggio puro"

rescaldina post centro islamico paolo magistrali

Scoppia la polemica tra il sindaco di Rescaldina Michele Cattaneo e il suo predecessore Paolo Magistrali a causa di una frase scritta dal sindaco emerito sulla propria pagina facebook, a commento di un articolo sulle dichiarazioni dell’imam di Legnano, nella quale paventa la possibilità di realizzare un centro islamico a Rescaldina: «Mi ritrovo ancora, per l’ennesima volta in questi tre anni, a smentire quanto affermato dall’ex sindaco Magistrali. Nel 2014 la voce era quella della costruzione di una moschea e dell’apertura di un campo rom, oggi si ripropone la stessa bufala con l’intenzione, a detta dell’ex sindaco, di aprire un Centro Culturale Islamico a Rescaldina».

Secondo Cattaneo, Magistrali ha voluto speculare a soli due giorni dalla tragedia di Barcellona, una tragedia che ha toccato e scosso nel profondo le nostre comunità: «L’ex-sindaco – prosegue Cattaneo – ha deciso di sfruttare quanto accaduto per fare polemica e gettare benzina sul fuoco. Prendendo spunto dalla decisa e apprezzata presa di distanza del centro islamico di Legnano da quanto avvenuto decide di denigrarne i contenuti e di riprendere la famosa bufala del Centro Islamico e lo fa con una semplice frase: “E questa gente vorrebbe aprire un Centro Culturale Islamico a Rescaldina??? Ma per favore…”».

Cattaneo ribadisce: «Vorrei che fosse chiaro una volta per tutte: nessun atto di questa amministrazione riguarda la costruzione di una moschea o l’apertura di un Centro Culturale Islamico, fosse anche per la semplice motivazione che mai, in questi anni, è giunta al comune una qualsiasi richiesta in questo senso. Mi sembra che questa sia una vergognosa e vile azione di sciacallaggio operata in modo da sfruttare il dolore per la tragedia appena avvenuta, con il solo fine di raccogliere consensi derivanti dalla paura e dal senso di insicurezza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 agosto 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.