Le valigie pesano troppo, il passeggero perde il volo

E' accaduto ad una giovane donna cubana che a causa delle regole della compagnia ha dovuto cambiare la disposizione dei vestiti così tante volte da perdere il volo

malpensa
Foto varie

Disavventura a Malpensa
Vorrei condividere, in questi giorni di partenze per le vacanze, una disavventura capitata ad un’amica giovedì 10/08/2017.
Premetto che la mia amica è una ragazza Cubana residente in provincia di Pavia da diversi anni, mamma di una piccola bambina .
Aveva deciso quest’anno dopo diversi anni che non lo faceva, di tornare assieme alla sua bambina a Cuba per le vacanze estive ed andare cosi a trovare i parenti e la nonna rimasti sull’isola.
Presa la decisione ha provveduto tempo fa a comprare presso un ‘agenzia un pacchetto voli con partenza da Milano Malpensa destinazione Lhavana Cuba e ritorno.
Partenza prevista da Milano giovedi 10 Agosto, periodo clou per le partenze in Italia, con permanenza a Cuba circa un mese fino al 10 settembre .
Specifico che la mia amica ha comprato il volo di andata affidandosi ad una compagnia di volo Olandese che effettua questa tratta facendo scalo ad Amsterdam.
Giorni prima via whatsapp mi confessava la tensione pre partenza e la paura nella preparazione delle valigie e che le suddette rispettassero i pesi e dimensioni limite richieste dalla compagnia di volo.
Avendo lei anni prima pagato circa 300 euro di extra costi per aver sforato di pochi kg con i pesi nelle valigie al seguito suo e della sua famiglia.
Confesso che anche io quando viaggio, ed il viaggio prevede l’imbarco aereo ho questa tensione, dovuta principalmente alla preoccupazione per la corretta preparazione delle valigie, vista la giungla di dimensioni e pesi che le diverse compagnie aeree richiedono , ma soprattutto pensando ai sovrapprezzi sproporzionati che queste applicano in caso di extrapeso.
Tornando alla disavventura la ragazza si reca a Malpensa al 3:45 del mattino partenza prevista 6:45 per L’Havana con scalo Amsterdam .
Si reca al banco check in sicura dei pesi delle sue valige che aveva pesato a casa e per sicurezza anche alla pesa della farmacia .
A questo punto incominciano i problemi, giustamente l’addetto al check in al quale si è rivolta la ragazza fa notare che il bagaglio a mano non rispetta le dimensioni richieste dalla compagnia Olandese.
La ragazza viene quindi rimbalzata e lei provvede a trasferire il contenuto della valigia incrimanta in un borsone morbido vuoto portato previdentemente.
La valigia non adatta all’imbarco viene affidata al suo accompagnatore in aeroporto che riportera la casa.
Risolto questo problema lei torna al banco del check in per provare ad effettuare le operazioni necessarie ed ottenere cosi le carte di imbarco.
Purtroppo vengono verificati i pesi dei bagagli da stiva e vi sono dei pesi che non vanno bene, 1/2 kg in eccesso dentro una valigia mentre l’altra è corretta anzi sotto 3 kg dal limite.
La ragazza viene quindi rimbalzata una seconda volta e lei si sposta dal banco per sistemare e pareggiare i pesi nelle valigie.
Succede quindi che dopo 2/3 “rimbalzi” da parte degli addetti al check-in della compagnia dei Pesi Bassi , all’alba delle 6:00 dopo circa due ore il desk ammette le valigie ma colpo di scena l’imbarco delle valigie viene negato perchè inspiegabilmente l’imbarco delle suddette è stato chiuso.
L’operatore cerca invano di contattare suoi colleghi del gate ma senza successo risultato la ragazza e sua figlia rimangono a terra imbarco negato , perdita del volo con tutte le conseguenze del caso.
Quindi l’incubo del problema con le valigie che mia aveva confessato giorni prima si è avverato in maniera se vogliamo peggiore , vacanza annullata , soldi persi etc etc…
La compagnia a questo punto a seguito delle richieste della ragazza di partire con altro volo nel più breve tempo possibile , in primo luogo addossa tutte le responsabilità del mancato imbarco alla ragazza ed è totalmente incapace di proporre una soluzione alternativa lasciando la cliente nel totale abbandono.
Conclusione la ragazza sta valutando se partire il 20 Agosto spendendo 500 euro in più per comprare altri due biglietti , il volo di ritorno non può essere spostato e quindi si trova con danno economico perdita di soldi , diminuzione dell’eventuale permanenza a cuba .
In conclusione nell’arco di due ore pur tra diverse difficoltà il notevole numero di persone in aeroporto etc, l’assistenza e gli addetti della compagnia Olandese non sono riusciti a fare imbarcare la ragazza con sua figlia e rispettivi bagagli.
Ammiriamo la precisione dei suddetti e di tutti gli addetti alla sicurezza degli aeroporti che si adoperano per salvaguardare i viaggiatori , di fare rispettare le regole etc in un periodo come tutti sappiamo alquanto caotico ma sfortunatamente hanno evitato di imbarcare anche i passeggeri e la cosa mi sembra alquanto surreale .

Spero sia pubblicata, grazie
Franco77

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 agosto 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.