L’opera Cendrillon nel cortile della biblioteca

Appuntamento il 3 settembre, nel cortile della Biblioteca oggetto di recentissimo ripristino o, in caso di maltempo in Sala Consiliare

Cendrillon

A Sesto Calende, il prossimo 3 settembre, nel cortile della Biblioteca oggetto di recentissimo ripristino o, in caso di maltempo in Sala Consiliare, sarà rappresentata l’opera da camera in 3 atti Cendrillon di Pauline Viardot.

Un incantevole lavoro di teatro musicale scritto originalmente per sette cantanti e pianoforte, di dimensioni perfette anche per una esecuzione senza allestimento scenico completo, con pochi elementi di costume e attrezzerie e con un grande lavoro di caratterizzazione dei personaggi attraverso la musica. La forma è quella tipica del Salon di fine ‘800, una misura spettacolare definita dallo spazio del pianoforte quale vero elemento “scenografico” intorno al quale si dipana la storia di Cenerentola, narrata con raffinato gusto cameristico e intimistico dall’autrice.

Il libretto si rifà per certi versi al modello di Jacopo Ferretti, lo stesso utilizzato da Gioacchino Rossini nella più famosa versione melodrammatica della fiaba. Tuttavia, la Viardot restituisce alla fiaba di Perrault gli elementi fantastici da cui Rossini l’aveva depurata: ad esempio la fata-madrina, i sortilegi e la scarpetta.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.