Orari limitati per le sale giochi, Rescaldina sempre più no-slot

L’11 agosto scorso infatti è stata emanata l’ordinanza che regolamenta gli orari delle sale giochi ed il funzionamento delle “macchinette” collocate nei diversi esercizi pubblici

slot machine
Foto varie

L’ordinanza è la logica conseguenza di tutte le azioni messe in campo dall’amministrazione comunale, con la regia dell’assessore ai servizi sociali Enrico Rudoni, per contrastare le ludopatie. Tra il 2015 e il 2016 Rescaldina era stata capofila di una cordata di cinque comuni (Legnano, Dairago, San Giorgio su Legnano, Villa cortese e appunto Rescaldina) impegnati nel progetto “no-slot” finanziato con 50.000€ da Regione Lombardia. Da quel progetto era uscita anche una mappatura precisa e georeferenziata delle sale giochi e dei locali con le macchinette: Rescaldina era, tra i cinque, il secondo paese per rapporto slot/abitanti.

Questi dati ed i dati epidemiologici sulla diffusione delle ludopatie (il SerT parla di un incremento del 50% del gioco d’azzardo patologico) hanno poi spinto il comune nell’aprile scorso ad adottare un regolamento che detti i criteri per le nuove concessioni tenendo conto delle distanze da tutta una serie di luoghi sensibili. L’urgenza di intervenire, senza aspettare gli effetti benefici del regolamento di aprile, ha poi spinto l’Amministrazione ad adottare un provvedimento, l’ordinanza dell’undici agosto appunto, che limiti gli orari di funzionamento e di apertura delle sale giochi in modo da arginare il più possibile un fenomeno sempre più esteso soprattutto tra giovanissimi e ultra-sessantenni.

L’orario di funzionamento quindi sarà limitato tra le ore 9 e le ore 12 e tra le ore 18.00 e 23.00. Sono previste sanzioni fino a 450€ e giorni di chiusura o di sospensione nel caso di reiterati comportamenti scorretti.
“Un altro passo verso la Rescaldina dove è bello vivere” commenta il sindaco Cattaneo, “un lavoro di squadra della Giunta, del Consiglio Comunale, degli uffici Servizi Sociali, Commercio e Polizia Locale. Un lavoro di squadra che ha messo al primo posto la salute ed il benessere dei cittadini, un vero esempio di buona politica”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 agosto 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.