Piano sosta a Varese, tutto quello che c’è da sapere

Come si paga, dove informarsi, dove parcheggiare, quali agevolazioni chiedere e a chi. Tutte le novità previste dal piano sosta Varese

Strisce blu e parcheggi per i pendolari
Strisce blu e parcheggi per i pendolari

Il nuovo Piano della sosta di Varese è partito giovedì 7 settembre 2017. Presentato nei mesi di febbraio e marzo il nuovo piano è stato approvato dal consiglio comunale il 29 marzo del 2017 con 16 voti favorevoli, 6 contrari e 3 astenuti. Il 30 marzo la giunta comunale ha approvato le nuove tariffe che hanno portato a una nuova suddivisione in 4 aree del centro cittadino.

Parcheggi Varese: cosa cambia

Il Comune inizierà a introdurre gradualmente i cambiamenti approvati con il nuovo piano parcheggi Varese. Nelle prossime settimane partirà una vasta campagna di comunicazione che illustrerà nel dettaglio ai cittadini come cambierà la mobilità varesina. In sintesi: il piano sosta introduce cambiamenti molto rilevanti sui parcheggi e vuole impostare un nuovo modo di intedere la mobilità in città. Arrivano 1880 posti auto a pagamento in più a Biumo, Casbeno e Giubiano in zone che, fino a oggi, erano gratuite o a disco orario. La città viene divisa in 4 fasce di prezzo. Ci saranno gli abbonamenti a pagamento per chi deve lasciare l’auto a Varese. Il parcheggio della prima auto diviene gratis per chi vive in centro. Nascono 4 parcheggi esterni in cui si potrà lasciare l’auto e prendere il bus gratuitamente. Aumenta il costo nella fascia più centrale.

Parcheggi Varese tariffe e zone principali (rossa, azzurra, blu, verde)

In sintesi il nuovo Piano sosta Varese prevede la suddivisione della città in alcune aree con tariffe differenziate:

Zona rossa: 2 euro all’ora
Zona azzurra: 1,50 euro all’ora per la prima ora, 2 euro all’ora per le successive.
Zona blu: 1,50 euro per la fascia oraria tra le ore 8 e le 13, 1 euro dalle ore 14 alle 20.
Zona verde: 80 centesimi all’ora

LA MAPPA NEL SITO DEL COMUNE

La sosta è gratuita durante la pausa pranzo (dalle 13.00 alle 14:00) dopo le 20.00, la domenica e nei giorni festivi.

Ci sono altre tariffe particolari (le trovate nel dettaglio qui) che riguardano: la tariffa forfettaria giornaliera, le aree turistiche, l’attenzione all’ambiente, Park&bus.

Le zone del piano sosta a Varese

Zona rossa: nella zona più centrale di Varese, ovvero piazza Monte Grappa, piazza Ragazzi del ‘99 e via Carrobbio la tariffa sarà di 2 euro all’ora. L’obiettivo per quest’area in pieno centro cittadino è quello di potenziare la rotazione dei parcheggi disponibili per evitare le lunghe ricerche di parcheggio ottenendo così di avere meno traffico e aria meno inquinata. Questa tariffa riguarderà circa 150 posteggi della zona più centrale di Varese. In quest’area sarà introdotta la gratuita della sosta durante la pausa pranzo (dalle 13:00 alle 14:00) e la gratuità dei giorni festivi.

Zona azzurra: è quella intorno alla zona pedonale di corso Matteotti, caratterizzata da diverse attività commerciali. Qui la tariffa sarà di 1,50 euro all’ora per la prima ora. La tariffa sarà di 2 euro all’ora per le ore successive. Anche in questo caso l’obiettivo è quello di per poter aumentare il livello di rotazione delle auto in sosta. Sarà infine introdotta la gratuità della sosta durante la pausa pranzo (13:00-14:00) e la gratuità nei giorni festivi.

Zona blu: corrisponde alle zone intorno ai servizi pubblici più importanti come ad esempio la questura e l’ospedale del Ponte. Il costo orario è stabilito in 1,50 euro per la fascia oraria tra le ore 8 e le 13. Il costo orario è di 1 euro dalle ore 14 alle 20. Anche per questa area sarà prevista la gratuità nell’ora di pausa pranzo (13:00-14:00) e nei giorni festivi. L’obiettivo in quest’area è quello di rendere disponibili più posti per la sosta per chi accede ai servizi presenti in queste zone di Varese.

Zona verde: sono le aree più lontane dal centro della città e la zona sarà molto più estesa rispetto a oggi aumentando la fascia dei parcheggi pagamento di circa 1880 unità, ma comunque fortemente utilizzate da chi parcheggia la propria auto e poi accede alle principali infrastrutture di trasporto. La tariffa qui sarà di 80 centesimi all’ora. Anche per quest’area si prevede la gratuità della sosta durante la pausa pranzo (13:00-14:00) e la gratuità nei giorni festivi.

Le altre tariffe particolari

- La tariffa forfettaria

Nasce una tariffa forfettaria giornaliera che consente di parcheggiare per tutta la giornata con una tariffa fissa di 2 euro al giorno. Verrà applicata nelle aree di via Sebenico in prossimità dell’Ospedale del Circolo, in via del Ponte nei pressi dell’ospedale e per il nuovo parcheggio vicino al centro diagnostico Beccaria. In seguito ad un accordo con i soggetti proprietari a cui il Comune sta lavorando questa tariffa forfettaria si applicherà anche per il parcheggio di via Daverio.

- Aree turistiche

Nelle aree di interesse turistico come ad esempio il Sacro Monte la tariffa sarà diversificata in base alla durata della sosta: 1 euro per una sosta di massimo un’ora e 30 minuti, 3 euro per una sosta fino a 4 ore dopo la prima ora e 30 minuti e 5 euro oltre le 4 ore.

- Attenzione all’ambiente

Il Piano prevede la possibilità di parcheggiare gratuitamente per i veicoli a basso impatto ambientale, sia in termini di consumi, sia in termini di emissioni: le auto ibride ed elettriche. Per farlo, basta esporre sul cruscotto una copia del libretto di circolazione. E’ possibile inoltre richiedere un pass per auto ibride ed elettriche da esporre in alternativa alla copia del libretto di circolazione.
Va ricordato che per auto ibride si intendono le auto che comprendono due motori diversi: a scoppio ed elettrico. Non sono considerate ibride le auto a benzina e gpl, o a benzina e metano.

- Park&bus

Sarà possibile parcheggiare gratuitamente in 4 parcheggi di interscambio: nell’area di sosta dell’Iper, della Schiranna, del Carrefour di largo Gayard e nel parcheggio dello Stadio di Varese. Per chi lascerà il proprio veicolo in uno di questi parcheggi ci sarà la possibilità di spostarsi con il trasporto pubblico al costo di 10 centesimi per il viaggio di andata e ritorno. Ecco la lista:

  • Parcheggio Schiranna –  Sosta gratuita e tariffa 10 centesimi per ticket autobus di Andata e Ritorno per il centro città.
  • Parcheggio Stadio (piazzale de Gasperi) –  Sosta gratuita e tariffa 10 centesimi per ticket autobus di Andata e Ritorno per il centro città.
  • Parcheggio viale Borri-largo Gayard (Carrefour) – Sosta gratuita e tariffa 10 centesimi per ticket autobus di Andata e Ritorno per il centro città.
  • Parcheggio Belforte (Iper) –  Sosta gratuita e tariffa 10 centesimi per ticket autobus di Andata e Ritorno per il entro città.

 

Parcheggi Varese centro

Nella zona più centrale di Varese (Area rossa): piazza Monte Grappa, piazza Ragazzi del ‘99 e via Carrobbio la tariffa sarà di 2 euro all’ora.
L’obiettivo per quest’area in pieno centro cittadino è quello di potenziare la rotazione dei parcheggi disponibili per evitare le lunghe ricerche di parcheggio ottenendo così di avere meno traffico e aria meno inquinata. Questa tariffa riguarderà circa 150 posteggi della zona più centrale di Varese. In quest’area sarà introdotta la gratuita della sosta durante la pausa pranzo (dalle 13:00 alle 14:00) e la gratuità dei giorni festivi.

Parcheggi in pausa pranzo, di sera e nei festivi

La gratuita della sosta è prevista durante la pausa pranzo (dalle 13:00 alle 14:00) ma anche nei giorni festivi e la sera dopo le 20

Permessi per il posteggio dei residenti

Chi abita in una delle strade in cui la sosta è, o sarà a pagamento, e non possiede un garage o un posto auto per la propria vettura, potrà richiedere un permesso di sosta illimitato esteso a sei strade e piazze della città limitrofe alla propria abitazione. Il primo permesso è gratuito: l’unico costo è di 10 euro per il rilascio del pass. Se poi nel nucleo familiare ci sono più auto da collocare in strada, i permessi successivi dalla seconda auto in poi costeranno rispettivamente, all’anno: 120 euro per il secondo permesso, 240 euro per il terzo, 360 euro dalla terza auto in poi. Il rilascio del permesso è molto semplice, basta recarsi agli sportelli di InfoVaresesiMuove dove verrà richiesta la visione del documento di identità e della carta di circolazione del veicolo.

Permessi per donne in gravidanza e neomamme

Si chiama permesso rosa ed è il permesso dedicato alle donne in gravidanza e alle neomamme di Varese che consente la sosta gratuita sugli stalli blu in tutta la città.

Dove ritirare i permessi?

E’ possibile ritirare i pass e sottoscrivere gli abbonamenti a Palazzo Estense, nell’ufficio anagrafe del Comune: lo sportello per i pass è stato aperto il 21 agosto, e sarà d’ora in poi sempre aperto per chi ne fa richiesta. Il Municipio ha predisposto dei cartelli che conducono agevolmente agli sportelli “Varese si muove”. Chiedere al banco informazioni e ritirare i moduli. Chi l’ha già fatto si è trovato piuttosto bene.

Per ottenere informazioni, richiedere i permessi e fare gli abbonamenti è stato aperto lo sportello “InfoVaresesiMuove” negli uffici dell’Anagrafe del Comune, in via Sacco 5 al piano terra (sportelli 12 e 13): qui si possono avere tutte le informazioni necessarie e richiedere permessi o abbonamenti. I giorni e gli orari di apertura sono: dal lunedì al venerdì dalle 8.15 alle 13.10 e il sabato dalle 8.15 alle 12.00.

Numero verde e Informazioni on line

Per avere informazioni in merito a “Varese si Muove” è attivo anche il numero verde: 800350394 dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30. Il venerdì dalle 8.30 alle 12.00. E’ attiva anche una pagina nel sito del comune di Varese: http://www.comune.varese.it/varesesimuove

Gli abbonamenti parcheggi pendolari e utenti frequenti

Nel piano sono contemplati nuovi tipi di abbonamento per la sosta: quello per i pendolari e quello per gli utenti frequenti. ecco di che cosa si tratta:

Abbonamento pendolari: valido per la sosta nei parcheggi fuori strada vicini alle stazioni. Può essere ottenuto ad un costo agevolato a seguito della sottoscrizione di un abbonamento ferroviario, garantendo la possibilità di trovare un posto auto per chi poi deve prendere il treno. La tariffa mensile sarà di 25 euro al mese, quella semestrale di 125 euro e l’annuale di 250 euro. L’abbonamento sarà riservato l’intero parcheggio di via Cimone. E’ stata introdotta anche la possibilità di avere uno sconto sull’abbonamento annuale in base alla dichiarazione ISEE. Per chi possiede un ISEE fino a 7000 euro l’abbonamento annuale per il parcheggio sarà gratuito mentre per chi presenterà una dichiarazione ISEE fino a 14000 euro la riduzione sarà del 50% sul costo dell’abbonamento annuale.  Le aree destinate alla sosta dei pendolari, all’interno dell’ AREA VERDE sono:

Per le stazioni centrali: via Tonale, via Merini, via Adamoli (lato interno ex Conbipel), via Casula (lato interno ex Conbipel), via Maspero, via Cairoli (tratto est di via Carcano), piazzale Kennedy, via Cimone
Per la stazione di Casbeno: parcheggio via Marrone, piazza Meucci (riservato in via esclusiva a pendolari), via Monviso, via S. Antonio (primo tratto verso stazione Casbeno).

Abbonamento utenti frequenti: Si applica per i parcheggi fuori strada o per gli stalli su strade in aree esterne al centro cittadino. E’ pensato per lavoratori e utenti giornalieri con necessità di sosta a lungo termine. L’obiettivo è entrare in competizione con la sosta su strada per poter gradualmente alleggerire le vie, in particolare quelle centrali della città. L’abbonamento sarà di due tipologie: uno valido dalle ore 8 alle ore 20 ad un costo di 55 euro per l’abbonamento mensile, 275 euro per il semestrale e 550 euro per l’annuale. L’altra possibilità è quella di sottoscrivere un abbonamento che consentirà la sosta per l’intera giornata (h24). In questo caso il costo sarà di 65 euro per il mensile, 325 euro per il semestrale e 650 per l’annuale. Anche per l’abbonamento utenti frequenti è stata introdotta anche la possibilità di avere uno sconto sull’abbonamento annuale in base alla dichiarazione ISEE. Per chi possiede un ISEE fino a 7000 euro l’abbonamento annuale per il parcheggio sarà gratuito mentre per chi presenterà una dichiarazione ISEE fino a 14000 euro la riduzione sarà del 50% sul costo dell’abbonamento annuale.

Le aree destinate alla sosta di utenti frequenti sono: l’area adiacente il teatro di Varese in fregio alla via Bizzozero, Via Mario Bertolone, Via XXV Aprile fino a piazza Libertà (esclusa), Via Dante, Parcheggio Tamagno, Via Tazzoli, Via Turati, Via Misurina, Piazzale Kennedy, Via Cadore (in corso di attivazione), Via Salvore (in corso di attivazione)

Come si possono pagare gli abbonamenti

I circa 60 nuovi parcometri in funzione dal 7 settembre, data di entrata in vigore del piano “Varese si Muove”, sono in grado di offrire il servizio di pagamento dell’abbonamento mensile riservato ai Pendolari e agli Utenti Frequenti, dopo avere ottenuto il pass Pendolari o Utenti Frequenti presso gli sportelli comunali. Nei parcometri, sarà possibile pagare gli abbonamenti in contanti, con carta di credito o con bancomat.

Le info aggiornate sugli abbonamenti dal sito Varese si Muove 

Il bus è gratis?

I bus saranno gratuiti per chi parcheggerà l’auto in uno dei 4 parcheggi esterni “Park & bus”. Saranno ubicati nei seguenti punti: stadio, Iper, Carrefour Bizzozero, Schiranna. L’assessore Civati ha dato qualche indicazione in più qui, in particolare sul car pooling (bus gratis fino a 5 persone per ogni auto). Il presidente di Avt Taddei ha spiegato come pagare.

Come stanno andando le cose?

La situazione è complessa, diciamo. I cittadini che ad agosto hanno ritirato i pass residenti sono soddisfatti.  I commercianti invece sono arrabbiati perché temono una diminuzione di clientela a Varese. I politici che sostengono la maggioranza che governa in comune dicono che ci sarà più ordine e meno traffico. Quelli che sono all’opposizione affermano che il piano aumenta i costi e non crea benefici alla gente. Il vicesindaco Daniele Zanzi ha chiesto anche ai colleghi assessori di dare il buon esempio pagando il posto auto in comune. A favore gli ambientalisti. I contrari invece si sono scatenati facendo ironia sul web. Qui invece una analisi politica sul perché il sindaco Galimberti ha deciso di procedere con il piano della sosta. Perplessità vengono anche da alcuni sindaci dei Comuni confinanti con Varese: tra questi, il sindaco di Induno Olona Cavallin.

Strisce blu e strisce bianche a Varese

In totale sono 1880  i nuovi stalli in cui si dovrà pagare. Durante l’estate sono cominciati i lavori per dipingere le strade causando numerose proteste.

Sono stati effettuati i lavori per la realizzazione dei nuovi stalli a disco orario in cui sarà possibile sostare gratuitamente per 30 minuti in alcune strade di Varese. Le nuove strisce bianche fanno parte del progetto, concordato con i commercianti di Varese, per agevolare varesini e turisti a compiere veloci operazioni o acquisti. I nuovi stalli bianchi a disco orario infatti saranno realizzati nelle vicinanze di attività commerciali per favorire dunque veloci commissioni: più precisamente in piazza della Motta, in largo E. Sogno,  via Cairo, Largo Resistenza, in piazza XX Settembre e piazza C. Beccaria, in viale Milano, via Dandolo, in via G. Garibaldi, in piazza XXVI Maggio, in via Battisti, via Veratti, via Como, via Avegno, via Volta, piazza Repubblica, piazza Giovanni XXIII, piazza della Libertà e via Staurenghi.

Dove trovare informazioni

Il sito Varese si Muove

Il nostro articolo: “Come parcheggiare a Varese”

 

Dì la tua

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 agosto 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gianluca Ribolzi

    Informazione errata…forse apposta.
    I permessi rosa sono solo per le donne in gravidanza residenti a Varese. Come dire…se devi pagare va bene se arrivi da fuori, se devi godere di un’agevolazione c’è differenza tra la donna incinta di Varese e quella di Azzate. Ma si sa…le donne gravide di Varese fanno più fatica….vergognatevi…