Quest’anno alla festa della Montagna si va in bus

Per la prima volta anche in due sere si andrà al campo dei Fiori solo con il trasporto pubblico. Chiusura della strada e navette speciali anche il 10 e 12 agosto

Una domenica alla festa della montagna

Circa 300 corse di autobus messe a disposizione per la Festa della Montagna e due giorni in più di navette speciali: per la grande festa degli alpini al Campo dei Fiori al tradizionale servizio del Ferragosto quest’anno si aggiungono anche le date del 10 e del 12 agosto, giorni in cui dopo le 17.40 sarà possibile salire al Campo dei Fiori solo con il trasporto pubblico messo a disposizione dal Comune di Varese e Autolinee Varesine che partirà dalla fermata di via Manin, cioè di fronte al Palasport. La strada, da quel momento, sarà chiusa completamente al traffico delle vetture fin dal bivio con il Sacro Monte.

LEGGI IL VADEMECUM DELLA FESTA

ALLA FESTA DELLA MONTAGNA COL BUS: TUTTE LE ISTRUZIONI PER L’USO

Innanzitutto, il servizio di navetta sarà attivo, oltre a Ferragosto  solo nelle due sere del 10 e del 12 agosto. In entrambi i casi è semplice prenderle e partiranno entrambe da via Manin, e faranno un’unica tappa al bivio tra campo dei Fiori e sacro Monte, per far salire le persone sugli autobus più piccoli, in grado di raggiungere agilmente la zona dell afesta della Montagna. Ci sono però delle lievi differenze tra quella ormai storica del 15 e quelle nuove del 10 e del 12 agosto. Ve le riassumiamo qui sotto:

LE NAVETTE DEL 10 E 12 AGOSTO

Nelle due sere del 10 e del 12 agosto il servizio sarà attivo dalle 17.40 fino alle 23.45 circa: all’ultima corsa, le navette andranno avanti finchè non avranno smaltito le persone eventualmente in coda.

In questo arco di tempo la strada sarà chiusa alle auto all’altezza del bivio Sacro Monte/Campo dei fiori e si potrà raggiungere la festa della Montagna solo grazie al trasporto pubblico.

Le navette partiranno da via Manin (fronte Palasport). I costi del biglietto per il 10 e il 12 agosto saranno di 2 euro totali per l’andata e il ritorno (con un risparmio di 80 centesimi sui due biglietti necessari) e potranno essere acquistati direttamente alla fermata del bus, dove troverete gli alpini pronti a darvi il biglietto, o anche nei giorni prima, presso la Festa della Montagna, se volete portarvi avanti.

Le partenze da via Manin saranno ogni 20 minuti dalle 17.40 alle 22.20. I ritorni dalla Festa della Montagna verso bivio Sacro Monte/Campo dei Fiori e via Maninsaranno ogni 15 minuti dalle 18.15 alle 23.45.

LE NAVETTE DEL 15 AGOSTO

Il 15 agosto invece il servizio di navette sarà nella giornata: partirà dalle 8.45 e proseguirà fino alle 17.30. Anche in questo caso dalle 8.45 alle 17.30 la strada (all’altezza del bivio Sacro Monte/Campo dei fiori) sarà chiusa al traffico delle auto.

Il 15 agosto però in via Manin non vi attenderanno gli alpini, ma gli addetti di autolinee varesine: che vi venderanno dei normali biglietti di viaggio, a 1,40 euro l’uno (ricordatevi di acquistare sia andata che ritorno, se pensate di rimanere più di 90 minuti). I biglietti potranno comunque essere acquistati nei giorni precedenti presso le normali rivendite autorizzate o si potrà fare il biglietto sul bus (in questo caso, ricordate che le macchine automatiche non danno resto). La navetta con l’autobus più grande, in questo caso, salirà anche al sacro Monte: sarà quindi possibile riprenderla, da piazzale Pogliaghi, se si desidera approfittarne per fare una passeggiata ferragostana.

Le partenze da via Manin saranno ogni 30 minuti dalle 8.45 alle 16.45. I ritorni dalla Festa della Montagna verso il bivio Sacro Monte/Campo dei Fiori e via Manin saranno ogni 15 minuti dalle 9.15 alle 17.30. I ritorni da piazzale Pogliaghi verso via Manin saranno ogni 30 minuti dalle 9.07 alle 17.37.

“UNA SCELTA D’AMORE PER LA MONTAGNA”

«Dire che per due sere non si va su con le macchine è una dimostrazione di amore per la montagna: significa innanzitutto non ritrovarsi con macchine abbarbicate per i boschi – spiega il capogruppo della sezione alpini di Varese, Antonio Verdelli – Ma è anche un tentativo di rendere più sereni i momenti di sosta alla nostra festa: senza chiamate al microfono per chi deve spostare la macchina, o stress per parcheggiare in posti improbabili, o il rischio di fare inversione a U su una strada montana dopo chilometri di viaggio perchè non si è trovato parcheggio. Chi ha saputo di questa iniziativa ci ha anche ringraziato: significava per chi viene da fuori, non essere in difficoltà con il parcheggio. Quest’anno è una sperimentazione, per due soli giorni: vedremo se sarà una buona idea»

«Prosegue il nostro progetto di incrementare l’utilizzo del mezzo pubblico e liberare da traffico e smog le strade per raggiungere le nostre belle cime del Sacro Monte e Campo dei Fiori – dichiara l’assessore alla Mobilità, Andrea Civati – Come stanno dimostrando i risultati della funicolare che in 7 mesi ha registrato numeri importanti di passeggeri, di fronte ad potenziamento dell’offerta di servizio pubblico sono sempre di più i varesini che accolgono con favore le proposte per una mobilità sostenibile, in particolare in occasione di importanti eventi per Varese».

«La Festa della Montagna è un importante appuntamento per tutta la città che ogni anno anima la bellissima cima del Campo dei Fiori di Varese – ha aggiunto il sindaco Davide Galimberti – Centinaia di varesini e non solo tra poche settimane parteciperanno a questa bella tradizione della Città Giardino, trascorrendo del tempo in uno dei luoghi più belli del nostro territorio che, come ogni anno, la Festa contribuisce a valorizzare. La nostra amministrazione, anche grazie al potenziamento del trasporto pubblico in occasione di queste iniziative intende proseguire il proprio impegno sulla promozione e la valorizzazione dei nostri luoghi più belli, come appunto il Sacro Monte e il Campo dei Fiori. Ringrazio il Gruppo Alpini di Varese per l’impegno e la grande passione che mettono nell’ organizzazione della festa: Ma voglio ringraziare gli Alpini anche per tutto quello che fanno durante l’anno con grande spirito di servizio e solidarietà in favore del prossimo».

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.