Cinque colpi in 40 giorni, identificati i rapinatori di farmacie e negozi

I due sono già agli arresti domiciliari ma ora dovranno rispondere di altre cinque rapine avvenute nel 2016

furto farmacia

Sono loro i responsabili dei furti che tra aprile e giugno del 2016 hanno colpito numerose farmacie nella zona dell’AltoMilanese. I carabinieri della compagnia di Busto Arsizio ne sono convinti e nelle scorse ore hanno infatti notificato a S.S. e T.A. l’avviso conclusione delle indagini preliminari emesso dalla Procura della Repubblica firmate dal PM Rosaria Stagnaro.

I due soggetti, il primo classe 1968 e il secondo 1973, sono entrambi residenti a Gorla Minore, disoccupati, pregiudicati e tutt’ora sottoposti agli arresti domiciliari a seguito dell’arresto in flagranza di reato operato lo scorso 4 luglio 2016 a seguito della rapina a mano armata che i due avevano consumato ai danni della farmacia comunale di Gallarate, sita in via Cattaneo, da dove, armati di pistola, avevano asportato l’incasso.

Nei loro confronti gli investigatori del nucleo operativo della compagnia di Busto Arsizio, al termine di una complessa ed articolata attività di indagine svolta anche con strumenti di natura tecnica, hanno raccolto ulteriori univoci e gravi indizi colpevolezza in merito a cinque rapine a mano armata consumate, con analoghe modalità, nel 2016 a danno di farmacie ed esercizi commerciali della provincia di Varese e di Milano.

In particolare sono stati accusati delle rapine avvenute il 28 aprile a Gallarate al panificio Gran Forno di via Novara, il 10 maggio alla farmacia comunale nr. 3 di Busto Arsizio, il 23 maggio al supermercato Conad di Castano Primo, il 31 maggio al punto vendita Sigma di Rescaldina e l’8 giugno all’erboristeria Erba Voglio di Castellanza

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore