“Abbiamo dato sostegno ai Giganti”

Cosa c'è dietro una gara come quella del Tor des Géants? Ce lo spiega Veronica, dell'Eolo Team

Eolo team

Cosa c’è dietro una gara come quella del Tor des Géants? Impossibile da spiegare, a meno che uno non lo veda da vicino: un giorno dopo l’altro, seguendo la fatica, lo sforzo (e diciamolo la “follia”) dei concorrenti.

Galleria fotografica

Eolo team 4 di 16

Veronica, dell’Eolo Team, ha provato a raccontarcelo. Ecco qui

————

I Giganti corrono per 330 km e c’è chi come noi “corre” dietro a loro.

Risultato? 1200 km in macchina per fare assistenza e tante ore di sonno arretrate.

Il nostro compito era quello di farci trovare alle basi vita, dove, da regolamento poteva entrare solo uno di noi con il pass: li abbiamo aiutati nel cambio delle magliette, integrazione ed alimentazione, avevamo con noi un balsamo per i piedi (parte fondamentale da tenere sempre sotto controllo) ma soprattutto abbiamo dato carica ed energia a chi stava affrontando questo viaggio.

I primi quattro giorni abbiamo fatto assistenza alla nostra “lince” di Gavirate Andrea Macchi, che…ci ha fatti correre! Andava veloce e a volte siamo arrivati “bruciati” al ristoro successivo. Fatto il podio del nostro Geant, tra lacrime e abbraccio, io e Ivan abbiamo girato il camper e siamo andati incontro a Luca Spada e Roberto Gianini.

Seguendo Andrea abbiamo visto Giganti che non hanno mai dormito e hanno corso giorno e notte per arrivare nelle prime posizioni, mentre una volta raggiunta la pancia della gara per seguire Luca e Roberto, abbiamo visto gente che crollava dal sonno in cammino, per strada, c’era chi chiedeva un thè caldo, chi cercava una coperta, chi chiedeva di puntare la sveglia per essere svegliato dopo 25 min di sonno intenso e profondo, persone che giravano zoppicando in infradito per le basi vita con i piedi distrutti dalle fiacche e chi…cercava di capire chi era e dov era…

Molto impressionante!

Il loro è stato un grande viaggio fisico e mentale, perché per affrontare questo genere di gare oltre ad avere l’allenamento e le gambe, devi essere molto preparato mentalmente altrimenti, come abbiamo visto diverse volte, non si arriva alla fine.

Questa è stata la rivincita di Andrea, in quanto l’anno scorso, che era in quinta posizione, ha dovuto ritirarsi perché non stava bene; Luca e Roberto hanno fatto un’impresa, la loro prima volta al Tor, chiusa in un ottimo tempo e la cosa più bella é che hanno sempre corso insieme e in queste gare se hai qualcuno di fianco, arrivi “meno distrutto” anche mentalmente, ci si aiuta a vicenda soprattutto nella notte, al buio..

Siamo stati un ottimo team, una grande squadra! Grazie!!

Grazie a Luca per averci voluto nel team come assistenti, grazie ai nostri Giganti per averci fatto emozionare giorno e notte, grazie a 100% anima trail per il supporto da casa!

Grazie a Varesenews per gli articoli di ogni giorno sempre aggiornati!

Vi aspettiamo sabato sabato 23 settembre alla Eolo Campo dei Fiori trail  a Gavirate per correre e/o festeggiare con noi questo Tor Des Geants

Veronica Bassani
Team Eolo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Eolo team 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.