Varese News

Raccolta rifiuti porta a porta: in una serata tutti i segreti della “differenziata”

Martedì 19 settembre alle 20.30 assemblea pubblica sulla raccolta differenziata, durante la quale ci sarà spazio anche per i suggerimenti e le domande dei cittadini

Avarie
Foto varie

Martedì 19 settembre, alle ore 20.30 in Sala Consiliare, il Comune di Besano, in collaborazione con Econord, organizza un’assemblea aperta al pubblico dove verrà analizzato il servizio di raccolta rifiuti porta a porta.

Saranno presentati alla popolazione i dati ed i costi della raccolta e dello smaltimento, con particolare attenzione alle analisi effettuate sulla raccolta differenziata, per sensibilizzare i cittadini sulla sua importanza in termini ambientali ed in termini di costi del servizio, costi che si riflettono ovviamente sulla bolletta Tari.

Ci sarà spazio anche per segnalazioni e proposte di miglioramento del servizio porta a porta da parte dei cittadini.

“L’Amministrazione ha in mente alcune azioni da mettere in campo per aumentare la percentuale di raccolta differenziata e migliorare il servizio, con l’obbiettivo di far diminuire la Tari per i cittadini – spiega il sindaco Leslie Mulas – Già con la bolletta di quest’anno tutti i besanesi hanno avuto una piccola diminuzione dopo anni di aumenti; come Amministrazione abbiamo voluto dare un segnale, limando alcuni costi sostenuti dal Comune per il servizio di raccolta e spalmandoli su tutta la popolazione. Meglio 5 euro  in meno che 30 euro in più per i cittadini che spesso si trovano, in questi tempi di crisi, a dover fare i conti al centesimo per arrivare a fine mese”.

“Un piccolo segnale per l’appunto, ma che si tradurrà, nei prossimi anni, in ulteriori diminuzioni se la collaborazione con Econord andrà avanti positivamente come adesso, poichè sono sempre pronti a raccogliere reclami, segnalazioni e suggerimenti, come sta avvenendo per il momento, nonostante qualche recente disservizio”.

Importante, per gli amministratori di Besano,  anche educare le persone all’utilizzo dei cestini pubblici, che troppo spesso sono riempiti di sacchi con rifiuti che potrebbero tranquillamente essere differenziati, mentre così creano sporcizia e degrado in paese: “Non ci saranno sconti per chi sporca strade e parchetti pubblici – avverte Mulas – utilizzeremo anche la videosorveglianza, quando possibile, per scovare e multare chi non utilizza correttamente i cestini”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.