In tanti contrari al piano sosta, ma c’è chi apprezza. Dicci la tua

Le vostre risposte saranno consegnate al sindaco di Varese e agli assessori competenti. I punti da migliorare o cambiare saranno importanti per aiutare l'amministrazione a riflettere su possibili novità del piano "VareseSiMuove"

Varese - primo giorno piano sosta

In poche ore sono arrivate 113 risposte alla nostra proposta di segnalarci cosa non va e cosa va nel nuovo piano del comune Varese si muove.

Ci sono temi ricorrenti come quello indicato da Paolo. “Si doveva pensare a potenziare i mezzi pubblici, car sharing, bike sharing”. Gli fa eco Simone che la vede con ottimismo: “Apprezzo lo sforzo di voler ridurre traffico ed inquinamento. I Park&bus sono una buona idea”.

Per Paola la “tariffa per pendolari è esagerata. Già prendono i mezzi per andare a lavorare. Un altro abbonamento mi pare eccessivo”. Alessandro è un genitore e come tanti altri chiede di “mettere il disco orario davanti alle scuole per un massimo di 15 minuti”. Sabrina invece si chiede “perché per i negozianti non ci sono agevolazioni ma solo spese?”

I cittadini iniziano ad entrare nello specifico di singoli aspetti del piano. Alessandro guarda ai metodi di pagamento: “Nell’era dell’Intenet of Things, nessuno ha evidenziato se ci sia o meno la possibilità di pagare la sosta utilizzando lo smartphone attraverso l’uso di applicazioni come EasyPark”. Davide invece non è convinto delle tariffe scelte. “10 centesimi corsa Bus ma fino a quando durerà Natale?Poi vedremo il costo passare alla tariffa standard..vorremmo sapere anche questa data perchè sappiamo benissimo che a lungo andare il gioco non ne vale la candela”.

SODDISFATTI E INSODDISFATTI

Dopo due giorni le persone soddisfatte rappresentano il 27% del piccolo campione, mentre per il 73% proprio non va bene quanto deciso dal Comune. Siamo convinti che le vostre posizioni siano importanti per migliorare il servizio.

COMPILATE IL MODULO

Vi invitiamo perciò a compilare il modulo che trovate qui e anche in fondo all’articolo.

Voi, come scrivevamo, siete fondamentali per migliorare la città. Il clima in cui viviamo è fatto delle nostre relazioni e queste non sono solo parole.

In città non si è discusso di altro per settimane. Ora, con il nuovo piano del Comune, ci siamo e da settimana prossima riapriranno anche le scuole e così si tornerà alla consueta quotidianità.

Ci si è accapigliati sul blu dipinto di blu. Ci avete scherzato su, avete criticato con forza, avete motivato le ragioni. Da parte nostra noi abbiamo fatto quello che ci compete: informato e raccolto le varie posizioni in campo.

La politica ha il compito di indirizzare, governare attraverso le scelte, o attraverso le critiche se si sta all’opposizione. Il giornale deve invece ascoltare la comunità e riportare sentimenti, riflessioni e proposte.

Veniamo quindi a “Varese si muove” o al nuovo piano della mobilità o della sosta come lo chiamano in tanti. Qui sotto troverete un modulo da compilare. Ci interessa sapere cosa non va e cosa invece state gradendo di quello che è stato fatto a Varese.

Le vostre risposte saranno consegnate al sindaco di Varese e agli assessori competenti. I punti da migliorare o cambiare saranno importanti per aiutare l’amministrazione a riflettere su possibili novità. Non ci interessano le polemiche politiche o generiche, ma specifici aspetti del nuovo piano.
È semplice. Dipende veramente da voi far sentire una voce che possa rendere migliore Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ce

    Ritengo una cosa scorretta mettere le strisce blu vicino al cimitero di giubiano, un quartiere già assediato da due ospedali.
    Nb.non capisco perché busto e Gallarate faranno un ospedale unico e noi dobbiamo tenerci due ospedali in un quartiere!!!!

  2. Scritto da s.debora_s

    Il 7 sono dovuta andare al del ponte per una visita e ho dovuto penare non poco per trovare parcheggio, il parcheggio sterrato a pagamento vicino era completo e non c’era posto nemmeno tra quelli nelle strade intorno. Ho poi notato che i parcheggi “riservati alle partorienti” che c’erano davanti all’ingresso sono spariti e diventati anche loro blu. Qui il comune vuole solo far cassa perché anche i parcheggi non in centro sono tutti a pagamento.