I beni Unesco varesini al World Tourism Event di Siena

Al Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco anche Sacro Monte, L'isolino Virginia, il Monte San Giorgio e l'Area Archeologica di Castelseprio Torba

sacro monte via del ceppo

Varese4U sarà a World Tourism Event di Siena. Il progetto nato per promuovere i quattro beni patrimonio dell’umanità presenti in provincia di Varese, parteciperà con un proprio stand al salone dedicato ai beni Unesco nel mondo. Oltre 40 le realtà coinvolte per questo evento in programma dal 22 al 24 settembre, aperto sia al pubblico dei viaggiatori che agli operatori di settore. Tra le novità di quest’anno la presenza delle candidature alla Heritage List Unesco.

Il sito di Varese4U

Il Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco, organizzato con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del MIBACT, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, della Regione Toscana, del Comune di Siena e con il supporto di Enit e di Toscana Promozione Turistica, si svolgerà a Siena, nel Complesso museale di Santa Maria della Scala.

Varese4U, che raccoglie sotto questo nome il Sacro Monte di Varese, l’Isolino Virginia, l’area archeologica di Castelseprio – Torba, e il Monte San Giorgio, sarà presente con un proprio stand, per incontrare i turisti, ma anche gli operatori internazionali del settore, presenti durante il workshop in programma nella giornata di venerdì. «Sarà l’occasione per presentare la bellezza del nostro territorio e le potenzialità turistiche dei nostri beni – spiegano dal coordinamento di Varese4U -. Questo appuntamento è una tappa fondamentale per il proseguimento del progetto e la valorizzazione del territorio».

Tra le realtà presenti al Salone di Siena, oltre a quelle istituzionali come Regione Lombardia, Piemonte, Toscana, Puglia, Campania, vi sono anche realtà internazionali come Sofia, Lituania, Macedonia, e molti altri beni tutti da scoprire.

«La valorizzazione del nostre territorio, con le indubbie ricadute positive sul sistema dell’accoglienza e più in generale sull’economia a 360 gradi – sottolinea il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Albertini -, è uno dei nostri compiti, rafforzato dall’ultima riforma degli enti camerali nonché dalla normativa regionale. Crediamo fortemente che i quattro siti patrimonio Unesco arricchiscano il nostro territorio di un unicum che, tutti insieme, stiamo imparando a far conoscere e apprezzare a un pubblico sempre più vasto. In tal senso, il progetto Varese4U rappresenta uno strumento significativo per far conoscere a un pubblico sempre più vasto un’eccellenza tutta varesina».
«Le città sempre di più stanno cercando nel turismo uno strumento di crescita e di sviluppo – spiega Roberto Cecchi, Assessore Cultura e Turismo città di Varese -. La capacità di attrarre dipende dalla qualità dei territori. Dalla forza di suscitare interesse e stimoli per una collettività sempre più in movimento. L’obbiettivo è diventare una meta attraverso la promozione delle cose migliori di ciascuna città. Varese ha delle potenzialità eccezionali. Del tutto inespresse in questo settore. Il progetto Varese 4U sta contribuendo a creare le condizioni per lo sviluppo della città in questa direzione, con capacità, determinazione e professionalità. L’Amministrazione Comunale sta facendo lo stesso percorso ed  lieta di poter collaborare a questo progetto».

LA FINALITÀ DI VARESE4U

La finalità principale di Varese4U consiste nel perseguire una maggiore valorizzazione turistico- culturale dei beni Unesco del territorio varesino, attraverso la loro messa in rete in un’ottica di sistema e grazie allo sviluppo di prodotti e servizi innovativi capaci di richiamare e soddisfare un numero crescente di visitatori da tutta Italia e dall’estero. Le proposte di Varese4U, dalle semplici visite turistiche ai singoli progetti di ogni sito, sono tutte da scoprire.

Società capofila del progetto è Varese Web. Insieme con questa realtà ci sono nove altri soggetti: Fai – Fondo Ambiente Italiano, Archeologistics, Morandi Tour, Art Stories, Hagam, WekLink, Kingstorm, Cooperativa Ambiente e Sviluppo Santa Maria del Monte, Ergasterio.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 19 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.