Riparte il Nuovo Teatro di Cuasso: “Sarà la casa delle arti e della gente”

La nuova stagione teatrale si apre con il botto: venerdì 3 novembre sarà a Cuasso l'attore Giovanni Mongiano, conosciuto in tutto il mondo dopo la sua recita a teatro deserto a Gallarate

Una nuova proposta culturale, un nuovo direttore artistico e una nuova “filosofia”. E’ all’insegna del rinnovamento la stagione 2017/2018 del Nuovo Teatro di Cuasso, presentata questa mattina dal direttore artistico Paolo Franzato e dal presidente della Pro Loco Simone Pedoja.

Una stagione che offrirà tante opportunità per tutti, dove ci saranno  teatro ma anche cinema, incontri, iniziative legate alla scoperta e alla valorizzazione del territorio.

“Ci lasciamo alle spalle i battibecchi di quest’estate e guardiamo al futuro – ha spiegato il presidente della Pro Loco, eletto da pochi mesi ma con alle spalle diversi anni di lavoro come vicepresidente – Così come stiamo facendo con la Pro Loco, vogliamo che il Teatro di Cuasso sia aperto al dialogo e alla collaborazione con associazioni, cittadini, amministrazione e realtà del territorio. Abbiamo cercato un nuovo direttore artistico e Paolo Franzato oltre alla professionalità  indiscussa e alla passione che mette nel suo lavoro, condivide il nostro pensiero sulla cultura e sul teatro e siamo convinti che sapremo coinvolgere tante persone”.

Per Paolo Franzato Cuasso al Monte è un po’ una seconda casa: “Per me è luogo di lavoro, quindici anni fa feci qui il primo corso di teatro, ma è anche luogo di grande felicità e dunque sono doppiamente contento per questa nomina. Il teatro per me e per noi che abbiamo lavorato a questa nuova stagione deve essere luogo di aggregazione, ma non neutrale bensì attiva. Il teatro crea cambiamento, è uno strumento che migliora le persone e le relazioni, ed è in questa prospettiva che abbiamo cercato un dialogo e un confronto con le tante realtà associative di un territorio vitalissimo, ricco di iniziative ed offerta culturale”.

Anche l’Amministrazione comunale sposa questa idea di un nuovo ruolo per il Teatro di Cuasso “e dunque – come ha detto l’assessore Vito Strippoli - sosterrà e patrocinerà tutte le iniziative del Nuovo Teatro”.

La nuova stagione teatrale si apre con il botto: venerdì 3 novembre sarà a Cuasso al Monte l’attore Giovanni Mongiano, con il suo “Improvvisazioni di un attore che legge”, un testo ironico e divertente proprio sul ruolo del teatro e sulla fatica della vita sul palcoscenico.

Mongiano proprio con questo spettacolo, fu protagonista lo scorso aprile, al Teatro del Popolo di Gallarate, di un vero e proprio caso. Trovatosi di fronte ad una platea completamente deserta, decise di andare in scena ugualmente, recitando lo spettacolo fino all’ultima battuta.  Intercettato da Varesenews e poi ripreso dalla stampa nazionale ed internazionale,  il suo gesto ha letteralmente fatto il giro del mondo e lo ha reso una sorta di “eroe del palcoscenico”.

Mongiano aprirà la stagione teatrale il 3 novembre, ma la proposta culturale del Nuovo Teatro inizia mercoledì prossimo, 20 settembre, con l’avvio del Cineforum che proseguirà fino a metà ottobre.

Domenica 24 settembre un altro interessante appuntamento con una conferenza di Marco Corrias sul Castello di Cuasso e la sua storia, dalla fondazione alla prima Guerra Mondiale.

Domenica 8 ottobre il Teatro sarà invece punto di riferimento per la terza raccolta di generi di prima necessità per le popolazioni della zona terremotata di Amatrice.

Due gli appuntamenti di dicembre, con il pranzo di Sant’Ambrogio (il 10) e la terza edizione di Cioccocantando, in programma domenica 17 dicembre.

In gennaio ci saranno uno spettacolo per bambini con la Compagnia Roggero che all’Epifania presenterà “Il principe ranocchio”, e il concerto “Soundciak” con la Back Cover Band che presenterà un programma ispirato alle più famose colonne sonore della storia del cinema.

Infine sabato 17 febbraio la parte autunno/inverno della nuova stagione si chiude con lo spettacolo “Tingeltangel” di Karl Valentin messo in scena dalla Compagnia di Paolo Franzato.

Gli appuntamenti della seconda parte della Stagione sono ancora in parte da definire, ma di sicuro prenderanno il via in marzo con un evento in occasione della Giornata Mondiale della poesia (il 21 marzo) e uno spettacolo per la Giornata Mondiale del Teatro (il 27 marzo).

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.