Un weekend in cammino, la Francisca del Lucomagno

E’ partito ufficialmente sabato scorso da Ponte Tresa il gruppo di pellegrini che partecipa al cammino. Arrivo a Ganna e domenica fino al Sacro Monte

La via Francisca da Lavena Ponte Tresa a Pavia
Il tracciato da Lavena Ponte Tresa a Pavia, svilppato grazie alla Provincia di varese in collaborazione con l'Ufficio SIT della Provincia di Varese, è stato articolato in 9 tratte

E’ partito ufficialmente questa mattina (sabato 23 settembre) da Ponte Tresa, dove inizia il cammino al confine con la Svizzera, il primo gruppo di pellegrini italiani e svizzeri della Via Francisca del LucomagnoIl percorso è stato frazionato in due “micro tappe”, con sosta per pranzo al sacco al Maglio di Ghirla e ripartenza per la Badia S. Gemolo di Ganna.

Galleria fotografica

Via Francisca del Lucomagno I tappa 4 di 10

Dopo un breve saluto del Sindaco Lavena Ponte Tresa Mastromarino il gruppo di 50 camminatori è partito alla volta di Lavena, dove è stato accolto dalle campane fatte suonare appositamente dal parroco, Don Aurelio, e poi verso Marchirolo lungo la pista ciclopedonale della Valgannna.

Arrivato a Marchirolo il gruppo è stato dal sindaco Busti ed ha potuto ammirare i murales dipinti lungo le vie del paese e visitare la famosa Gipsoteca con opere degli scultori Pellini e Bozzolo. Il cammino è proseguito poi verso Cugliate Fabiasco, dove ad attenderlo vi era il sindaco Filippini.

Dopo una visita all’antico lavatoio comunale del 1909, da poco restaurato, il cammino è proseguito per il maglio di Ghirla e il Mulino Rigamonti di Cunardo. Dopo il pranzo è stata organizzata una visita guidata sia al mulino dove è stato possibile vedere la lavorazione del granturco, mentre al maglio è stata presenta la lavorazione del ferro.

Lungo tutto il percorso il gruppo ha avuto il supporto logistico e di spiegazioni da parte di Paolo Sartorio della Comunità Montana del Piambello.
Il gruppo poi si è diretto alla volta della Badia di Ganna dove ha ricevuto la spiegazione della storia e della vita del monastero da parte degli Amici della Badia di Ganna grazie alle parole di Paolo Zanzi che hanno proposto un momento di riflessione e suggestioni sul cammino verso il Sacro Monte di Varese.
“È stata una bellissima giornata” è il commento dei partecipanti che sono stati meravigliati delle bellezze del nostro territorio.

Nella giornata di domani (domenica 24 settembre) da Ganna il gruppo si metterà in marcia verso Brinzio per ripartire dopo il pranzo per il Sacro Monte, da cui è prevista la discesa in funicolare.

Il secondo cammino si svolgerà il 7 e 8 ottobre e riguarderà il percorso dal Sacro Monte a Castelseprio.

La via Francisca del Lucomagno è il cammino che dalla Svizzera, attraversa per intero la provincia di Varese per poi giungere a Pavia e collegarsi con la Via Francigena e quindi Roma.

Solo pochi giorni fa ben 49 enti hanno firmato un protocollo d’intesa per la valorizzazione dello storico cammino e permettere una maggiore fruizione sul versante italiano ed, in particolare, in provincia di Varese.

LA TAPPA DI DOMENICA

Il gruppo era composto da 45 camminatori di cui 12 del cantone Ticino.

Dopo la messa celebrata da don Angelo nuovo parroco della Badia di Ganna il gruppo si è messo in moto sotto la Giuda della guardie volontarie del Parco Del Campo dei Fiori alla volta di Brinzio. Durante il cammino sono state presentate le caratteristiche morfologiche e naturalistiche di questi territori. Al gruppo si è aggiunto anche il Direttore del Parco Giancarlo Bernasconi che ha ulteriormente spiegarlo la storia del Parco e le funzioni che svolge nella salvaguardia delle aree boschive e della natura di quel territorio. Arrivati a Brinzio Roberto Piccinelli, assessore in Comune, ha presentato il museo della civiltà contAdina, visitato con molto interesse dai pellegrini.
Dopo la pausa pranzo arricchita anche da una degustazione di prodotti locali gentilmente offerti dal Parco del Campo dei Fiori il gruppo si è diretto verso il villaggio Cagnola alla Rasa di Varese dove il presidente Giuseppe Barra ha presentato l’intervento realizzato alle fonti del fiume Olona. Il gruppo poi ha continuato il cammino verso il Sacro Monte di Varese attraversando le frazioni della Rasa e di Oronco. Presso il Centro espositivo Mons Pasquale Macchi alla prima cappella il gruppo ha potuto iniziare a comprendere la bellezza e la grandezza artistico religiosa di questo sito attraverso la visione di uno stupendo filmato realizzato dalla Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte.
La saluta del viale delle cappelle, ammirandone gli interni e sentendone le spiegazioni, è stato il coronamento del pellegrinaggio.
Giunti in cima al Sacro Monte i pellegrini sono stati accolti dalla Consigliera provinciale Cristina Riva che ha loro portato i saluti delle istituzioni Locali.
Ultimo momento della giornata è stata la visita al Santuario dove l’Arciprete Don Erminio Villa ha salutato i pellegrini e ha loro impartito la benedizione.
Anche questa senza giornata di cammino con tutte le attività e visite che
Sono state proposte dagli organizzatori è stata da tutti i partecipanti molto apprezzata. Tutti sono stati molto contenti di quanto hanno visto lungo il percorso e di come sono state organizzate queste due giornate. Tutti contenti, anche se stanchi, sono scesi con la funicolare per essere poi condotti da Autolinee Castano a riprendere le proprie macchine nei luoghi di partenza delle tappe: Ganna o Lavena Ponte Tresa !

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Via Francisca del Lucomagno I tappa 4 di 10

Galleria fotografica

Francisca del Lucomagno atto secondo 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.