A1 femminile: dodici in corsa per il trono tricolore

Sabato 14 ottobre scatta il 73° campionato italiano: Novara, Conegliano favorite, Pomì prima inseguitrice. Tre le nuove entrate

pallavolo igor novara imoco conegliano

La Stagione 2017/2018 di Serie A1 femminile (sponsorizzata Samsung Galaxy) inizia sabato 14 ottobre e promette grande spettacolo fin dalle prime battute. Dodici le squadre partecipanti che disputeranno un girone unico all’italiana con partite di andata e ritorno, cui faranno seguito i playoff scudetto. Le prime otto formazioni classificate delle regular season accederanno alla fase finale mentre ci sono due retrocessioni dirette in serie A2.

La Supercoppa Italiana si giocherà mercoledì 1 novembre al Pala Igor di Novara e vedrà affrontarsi le campionesse d’Italia in carica e padrone di casa della Igor Gorgonzola contro la Imoco Volley Conegliano, che sono anche le due principali favorite per il tricolore. Le Final Four di Coppa Italia si giocheranno invece il 17-18 febbraio. (Foto: Novara vs Conegliano in precampionato by Igor Volley / L. P. Santi)

Anche questa volta sono due le formazioni del nostro territorio: la Unet E-Work Busto Arsizio di coach Mencarelli (confermata al PalaYamamay) e la Sab Volley Legnano allenata da Pistola, che gioca le proprie partite al PalaBorsani di Castellanza. Ecco invece le altre concorrenti al trono nazionale.

Le campionesse d’Italia della Igor Gorgonzola Novara saranno guidate da coach Barbolini e il mercato estivo, che ha visto anche l’arrivo del talento Paola Egonu, lascia pensare che l’obiettivo sia bissare il primo posto. Accanto alle piemontesi nel ruolo delle principali favorite ci sono le “pantere” della Imoco Volley Conegliano guidate da coach Daniele Santarelli: anche le trevigiane sono pronte a giocare una grande campionato e puntare alla vittoria, mettendo in atto un gioco veloce, sotto la regia dell’ex bustocca Wolosz.

Altra formazione di prima fascia è la Pomì Casalmaggiore che avrà in panchina coach Marcello Abbondanza, affiancato da Cristiano Lucchi e potrà contare sul braccio di Brayelin Martinez. L’obiettivo è giocare campionato di alto livello e combattere fino all’ultima palla per cercare di aggiudicarsi lo scudetto.

Scendiamo nel “gruppone” delle possibili squadre d’alta e media classifica. La Foppapedretti Bergamo scenderà in campo con un mix di gioventù ed esperienza, sotto la guida di coach Stefano Micoli. In campo ci saranno le senatrici Paola Paggi e Paola Cardullo, insieme a Francesca Marcon e alla giovane ed esuberante Miriam Sylla, che ha passato una brutta estate dopo essere risultata non negativa a un controllo antidoping. L’azzurra è stata costretta a un periodo di stop ma la buona notizia, per Bergamo e per tutta la pallavolo Italiana, è che l’atleta è stata ufficialmente scagionata e può così tornare subito in campo.

La Liu Jo Nordmeccanica Modena vuole arrivare il più in alto possibile sotto la guida di coach Marco Gaspari, mentre la Savino Del Bene Scandicci si presenta con una formazione costruita per vincere e insidiare le migliori, sotto la guida tecnica di quel Carlo Parisi che è stato per lunghissimo tempo head coach a Busto, dove ha anche conquistato il titolo.
Restiamo in Toscana dove sarà ancora Marco Bracci a gestire la rosa de Il bisonte Firenze che punta a confermare il buon livello di gioco visto nella passata stagione, con l’obiettivo di fare qualche ulteriore passo avanti in classifica.

Appare rinforzato anche il Saugella Team Monza che vuole vincere divertendo; l’esperto Luciano Pedullà è al timone con a disposizione giocatrici di spicco come Serena Ortolani e Helena Havelkova.
Tre le new entry nella Serie A1, gruppetto che comprende anche Legnano. Le altre sono la Lardini Filottrano di coach Alessandro Beltrami e la myCicero Pesaro di Matteo Bertini, squadre che – da brave matricole – ce la metteranno tutta per mettere i bastoni tra le ruote alle avversarie e per raggiungere una salvezza tranquilla.

di
Pubblicato il 12 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.