Il difficile rapporto tra madre e figlia sul palco del teatro della Corte

"Ma non parliamo di me" è il titolo dello spettacolo che andrà in scena il 19 ottobre grazie all'impegno di due associazioni femminili attive in città

Gli studenti ballano per Accumoli
teatro sipario generica vario spettacolo

Giovedì 19 ottobre alle ore 20.45 al Teatro della Corte di Via Ticino 10 l’Associazione culturale DonneXCastellanza, Donne Luce e il Teatro della Corte, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza, presentano il monologo brillante su genitori e figli Ma non parliamo di me scritto e interpretato dall’attrice milanese Sara Paganelli.

La serata sarà introdotta dalle associazioni DonneXCastellanza e Donne Luce che hanno organizzato l’evento e che si occupano di promuovere il benessere e la consapevolezza della donna. Donne Luce è un’associazione formata da un cinque professioniste specialiste della salute ( Elena Corradini- ginecologa; Eleonora Bernardini – ostetrica; Laura Carabelli -dietologa ; Barbara Pirali – endocrinologa ; Pamela Franchi -psicologa), che, oltre ad occuparsi della cura delle donne per professione, crea eventi per promuovere la consapevolezza delle donne nelle proprie capacità e il loro benessere psico-fisico, rendendo ciò parte integrante ci un percorso di crescita personale e, se necessario, di guarigione.

Argomento principale della serata sarà il rapporto madri e figlie come relazione indispensabile allo sviluppo della propria identità femminile e le associazioni DonneXCastellanza e Donne Luce hanno volutamente scelto il teatro come luogo di incontro perché rappresenta allo stesso tempo un’occasione di svago e un luogo dove i diversi linguaggi espressivi rendono più vive e vicine le tematiche più sentite. In questo approccio non è certo casuale la scelta del luogo dove tenere l’evento: il Teatro della Corte, infatti, non è solo un teatro ma è anche e soprattutto la sede di una compagnia teatrale diretta da una donna, la regista e attrice Michela Cromi, che presenta un ricco cartellone di appuntamenti che occupano un posto importante nella stagione teatrale cittadina, Castellanza In Teatro 2017-2018, che si inaugurerà il prossimo 21 ottobre.

Lo spettacolo “Ma non parliamo di me” è il racconto, in chiave divertente ma delicata, del rapporto tra una madre e sua figlia, in cui l’attrice Sara Paganelli parlerà al pubblico presente attraverso il suo personaggio, Elena, madre di Susi con cui ha un legame molto forte e su cui ha proiettato le sue ambizioni irrealizzate. Il monologo finisce per diventare una lunga confessione sul rapporto madre-figlia in cui prendono vita gli aneddoti più diversi e il rapporto con il marito intransigente ed i personaggi che le donne hanno incontrato nel loro cammino.

Parlando dei ricordi e delle vicende della vita, Elena prende coscienza del proprio io interiore e arriva a comprendere che non è mai troppo tardi cominciare una nuova vita. Tutto ciò emerge anche dalle parole di Sara Paganelli che parlando di sé dice: “A volte può essere difficile lasciar andare i figli per la loro strada, soprattutto se si è dedicata loro la vita. Da quando è nata mia figlia, ho compreso le mille sfaccettature della maternità. Dietro ogni figlio, c’è sempre una madre, che incoraggia, accoglie, protegge, cura , rimprovera, perdona. Anche se a volte eccessivo, il suo amore è incondizionato. Una madre farebbe qualsiasi cosa per vedere realizzati i propri figli. Di questo parlo con ironia e commozione nel mio spettacolo.”

Ingresso € 10,00. Prenotazione e tessera annuale obbligatoria.
Per prenotazioni ed informazioni: Teatro della Corte – tel. 3349131397 – e-mail: info.teatrodellacorte@gmail.com

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.