La città ricorda i fatti dell’Ottobre di sangue

Le celbrazioni in onore dei partigiani varesini uccisi durante i tragici avvenimenti del 1944. Uno dei periodi più difficili della resistenza varesina

Ottobre di sangue: Varese non dimentica (inserita in galleria)
Ottobre di sangue: Varese non dimentica (inserita in galleria)

Domenica 15 ottobre si terranno le celebrazioni per il 73° anniversario dell’Ottobre di Sangue, cerimonia per ricordare i partigiani varesini uccisi durante i tragici avvenimenti del 1944.

Si inizia alle 9.30 con la deposizione all’Arco Mera, in piazza San Vittore, di una corona di alloro, in seguito poi si svolgerà un corteo che si muoverà fino a Largo Resistenza.

Come ogni anno il ricordo dell’ottobre di sangue porta alla mente uno dei periodi più difficili della resistenza varesina. In quei terribili giorni vennero catturati, torturati e assassinati decine di partigiani tra i quali Renè Vanetti, della 148ma brigata Giacomo Matteotti.

«È fondamentale ricordare questo momento storico tanto significativo per la città di Varese – ricordano dall’amministrazione comunale – invitiamo tutti i varesini a partecipare numerosi alle celebrazioni, momento in cui la città intende tenere alta la memoria di quanti hanno perso la vita per difendere i valori della libertà e della democrazia».

Il programma completo prevede alle ore 9.30 la deposizione di una corona di alloro all’Arco Mera, piazza San Vittore. Si prosegue alle 9.45 con il corteo dall’Arco Mera fino a Largo Resistenza, dove avrà inizio la cerimonia ufficiale. Durante la cerimonia alcuni studenti del Liceo Classico di Varese leggeranno i nomi dei caduti di quei giorni. Accompagneranno le celebrazioni le note della banda musicale “Giuseppe Verdi” di Capolago.

In caso di pioggia, la cerimonia ufficiale avrà luogo presso la Sala Montanari in via dei Bersaglieri, 1.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.