La Rondine: “Ti scrivo per chiederti scusa”

Questa mattina la presentazione ufficiale. Il 15 ottobre 2017 il via al Concorso per i ragazzi

Avarie
Foto varie

La terza edizione del Premio Letterario la Rondine “Ti scrivo questa lettera…” indetto dall’Associazione Culturale La Rondine di Cadegliano Viconago, si avvicina ai nastri di partenza, che avverrà il 15 ottobre prossimo.

«L’esperienza delle passate edizioni ci consente di pensare che aver dato l’opportunità di esprimere il proprio talento letterario e artistico ai giovani e giovanissimi partecipanti abbia intercettato un vero bisogno di espressione da parte dei ragazzi e ragazze di oggi“ con queste parole Aleksandra Damnjanovic D’Agostino, Presidente dell’Associazione, annuncia la ricostituzione del Comitato del Premio La Rondine, per supportare il faticoso compito organizzativo, indispensabile per la riuscita del premio internazionale rivolto ai ragazzi dai 9 ai 19 anni».

«La presentazione a Villa Recalcati è ormai diventata una bella tradizione – ha dichiarato il Consigliere alla Cultura Cristina Riva – Ho avuto modo di conoscere questa iniziativa l’anno scorso e trovo che il Premio letterario promosso dalla Rondine abbia una serie di caratteristiche di grande interesse e che meritano molto attenzione. Innanzitutto la formula che porta alla riscoperta della scrittura, non solo digitale, e della lettera, due aspetti che oggi si sono profondamente modificati, ma che mantengono intatti i loro valori. Poi la possibilità che viene data ai giovani di esprimersi, di raccontare, di narrare e di mettersi in gioco utilizzando, oltre che la scrittura, anche la lingua italiana. Insomma una bella iniziativa che tocca molte corde: dalla sfera emotiva, all’aspetto
didattico, alla conoscenza, all’apprendimento».

«Il Premio è uno stimolo a ritornare alla scrittura a mano» ebbe a dire Mauro della Porta Raffo, noto saggista e giornalista, nella prefazione all’Antologia che raccoglieva i testi più meritevoli delle “Lettere ad un amico” del 2015, e nelle varie espressioni delle “Lettere a mio padre” dell’edizione 2016-17 si è potuto notare anche un deciso miglioramento del valore letterario e
decorativo dei testi in concorso.

Parte integrante del Premio Letterario è la Rassegna “Volando verso il premio”, un percorso fra laboratori e workshop, conferenze e presentazioni di libri che partirà a marzo 2018 e che terrà desta l’attenzione dei partecipanti completando l’offerta delle iniziative culturali connesse con il tema di questa edizione.

«La vera sfida consiste sempre nel trovare ogni volta abbastanza sostenitori, pubblici e privati, che nelle precedenti edizioni hanno contribuito economicamente alla riuscita dell’iniziativa – aggiunge Aleksandra Damnjanovic - Siamo convinti che non sia solo il valore e l’entità dei premi a stimolare la cospicua partecipazione dei ragazzi (con 35 Istituti Scolastici da 7 Regioni italiane e due paesi stranieri e con più di 600 lettere nell’edizione precedente), bensì la loro voglia di comunicare, sia attraverso la scrittura sia attraverso il disegno con la decorazione artistica delle lettere . Pertanto nonostante ci sia il patrocinio gratuito di molti Enti e Comuni solo questo non basterà a tenere in vita questa iniziativa: ecco l’idea di lanciar la campagna di raccolta fondi chiamata “Adotta un premio”, che darà la possibilità di intitolare a tutti i generosi sostenitori, pubblici e privati, uno dei dieci premi principali suddivisi fra le varie categorie.

I giurati tecnici e artistici, si suddivideranno il compito di vagliare le lettere che giungono loro in forma anonima, attribuendo i punti previsti dai diversi criteri di valutazione e determinando la prima classifica provvisoria che diverrà definitiva solo dopo un confronto collegiale sui risultati.
I Cantieri delle giurie popolari avranno il compito di scegliere uno dei testi selezionati ed attribuirgli un Premio Speciale.
Le lettere e le buste decorate verranno valutate da una separata Giuria artistica e la grafia sarà analizzata da una grafologa. Le lettere decorate saranno esposte in una mostra artistica creata appositamente per il giorno della cerimonia di premiazione.
Riconfermata le Giurie della passata edizione del Premio: quella tecnica sarà presieduta da Mauro della Porta Raffo, mentre quella artistica da Daniele Piscopo, autore tra l’altro della scultura che sarà donata ai vincitori del Premio letterario e ai primi classificati nella sezione di Decorazione Artistica.

Dal 15 ottobre 2017 al 15 gennaio 2018 in tutte le scuole raggiunte dal bando di “Ti scrivo questa lettera…” dalla categoria Rondinotti (9-11 anni), Rondinelle (12-14 anni) alle Rondini (dai 15 ai 19 anni), i ragazzi saranno impegnati a scrivere una “Lettera per chiederti scusa”

Ai Comuni di Varese, Lavena Ponte Tresa, Cadegliano Viconago, Marchirolo, Porto Ceresio, Comune di Croglio del CantonTicino, alla Provincia di Varese, alla Comunità Montana del Piambello e alla Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus è rivolto il doveroso ringraziamento dell’Associazione Culturale la Rondine per il patrocinio accordato al Premio e per la fiducia nella validità di questa
iniziativa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.