Picchiava la moglie e le rubava i soldi, arrestato marito violento

L'intervento dei carabinieri su segnalazione dei vicini. La donna, che non aveva mai denunciato le violenze, è stata trovata col volto tumefatto

carabinieri polizia varie

Picchiava la moglie, le rubava i soldi e voleva costringerla ad avere rapporti con altri uomini. Per questo motivo i carabinieri delle stazioni di Cerro Maggiore e Nerviano sono intervenuti a Rescaldina per arrestare un 57enne in stato di ubriachezza. I militari sono giunti in un appartamento di via Monti, su richiesta dei vicini che segnalavano una lite in famiglia.

I militari hanno raggiunto l’abitazione segnalata, bloccando un operaio 57enne italiano che, ubriaco, aveva colpito la moglie 55enne con pugni al volto, sottraendole 1.000 euro in contanti. Dalle dichiarazioni della vittima è emerso come i comportamenti prevaricatori andassero avanti da tempo e non fossero stati mai denunciati per timore di ritorsioni, e spesso scatenati dal rifiuto della donna a prendere parte a rapporti sessuali promiscui.

La vittima è stata visitata presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Legnano, venendo dimessa con una prognosi di 7 giorni per contusioni varie. L’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Busto Arsizio e dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore