Si finge sieropositivo per non farsi arrestare, ladro in manette

Prima di arrendersi agli agenti le ha provate tutte, compresa la minaccia di contagiare i poliziotti con l'Hiv. La scena si è svolta davanti alle famiglie nel parco del Museo del Tessile

carabinieri polizia varie

Armeggiava tra le macchine parcheggiate fuori dal Museo del Tessile ma viene notato da un passante e bloccato, dopo un inseguimento, dalla volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio.

L’episodio risale al pomeriggio di domenica 15 ottobre, quando un giovane ha segnalato al 112 di aver notato un uomo che cercava di forzare le macchine in sosta. La pattuglia è arrivata sul posto in pochi istanti e ha preso contatti con l’autore della segnalazione, un ragazzo non ancora maggiorenne, che ha indicato agli agenti l’individuo sospetto; questo, accortosi di essere stato scoperto, è salito su un’auto e ha cercato affannosamente di allontanarsi, entrando quasi in collisione con l’auto di servizio che gli ha bloccato la strada.

A quel punto, ha abbandonato la sua vettura iniziando a correre in via Galvani, inseguito dai poliziotti che l’hanno bloccato poco dopo. L’individuo però non si è rassegnato e, tra la folla che a quell’ora frequenta il parco del museo, ha iniziato a minacciare gli agenti gridando di essere sieropositivo e quindi in grado di contagiarli.

I poliziotti sono comunque riusciti a immobilizzarlo e, perquisendo la sua auto, hanno trovato numerosi arnesi da scasso e armi da taglio, oltre a due macchine fotografiche e a un navigatore satellitare che si sospettano rubati altrove.

L’uomo, un cinquantaduenne residente in città con numerosi precedenti, è accusato di tentato furto, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di arnesi da scasso e armi improprie.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.