Spaccia in piazza Repubblica, arrestato per la terza volta

Nuovo maxi controllo nella zona di Piazza Repubblica dove è finito nuovamente in manette uno spacciatore molto "affezionato" alla piazza

polizia piazza repubblica carrefour

E’ finito di nuovo in manette uno spacciatore affezionato a Piazza Repubblica. Per la terza volta, infatti, un cittadino del gambia è stato arrestato con l’accusa di spaccio. (immagine di repertorio)

E’ successo il 17 ottobre alle 16:50 quando tre volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ed una pattuglia della Squadra Mobile di Varese, unitamente a tre equipaggi di rinforzo del reparto Prevenzione Crimine di Milano, hanno effettuato un controllo straordinario delle persone presenti in Piazza della Repubblica.

Durante il controllo gli uomini della Volante e della Squadra Mobile hanno proceduto al controllo di un giovane straniero mentre acquistava la droga in piazza della Repubblica da un gambiano, pluripregiudicato, già noto alle forze delle ordine. Gli agenti, prima di intervenire, hanno monitorato costantemente la scena della cessione ed appena l’acquirente si è accorto della loro presenza, ha gettato per terra la sostanza da poco ricevuta dal pusher. 

Gli operatori di Polizia hanno quindi recuperato la marijuana gettata a terra e prontamente fermato i due soggetti. Dalla successiva perquisizione, gli agenti hanno rivenuto e sequestrato 5.9 grammi di marjuana nascosta nelle tasche dello spacciatore e 0.2 gr della stessa sostanza ai piedi dell’acquirente. 

Dai successivi accertamenti, è emerso che il noto spacciatore era già stato arrestato e due volte denunciato in stato di libertà per il medesimo reato, commesso sempre in Piazza Repubblica. L’arresto è stato convalidato dall’Autorità giudiziaria e lo straniero è stato sottoposto all’obbligo di firma. L’acquirente è stato invece deferito amministrativamente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Visto che si tratta di un delinquente abituale, invece dell’obbligo di firma non sarebbe meglio rispedirlo al suo Paese?

  2. Aurora
    Scritto da Aurora

    @carlo196
    Se non rispetta l’obbligo di firma allora viene rispedito al suo paese (o messo in carcere in Italia). Comunque in effetti sono d’accordo che andrebbe già ora rimandato al suo paese.