Un Duemilalibri ad “altissimo gradimento”

Il bilancio dell'amministrazione comunale: "Centrato l'obbiettivo di promuovere la cultura". E ora si prosegue con nuovi appuntamenti

Duemilalibri 2017

«Marco Bianchi e Gianrico Carofiglio e, ogni mercoledì, i Tè letterari: Duemilalibri non solo continua con la consueta appendice, ma tiene l’asticella molto alta».

L’assessore alla Cultura, Isabella Peroni, il giorno dopo la chiusura dell’edizione numero 18 della manifestazione libraria gallaratese, non si ferma al consueto bilancio: «Saranno un novembre e un dicembreancora ricchissimi. Grazie alla collaborazione con Biblos-Mondadori avremo due incontri con altrettanti autori di enorme successo. Segno che Gallarate è sempre più una piazza ambita dalle case editrici e da chi scrive libri».

I numeri di Duemilalibri 2017 per l’amministrazione sono la conferma dell’ottimo stato di salute dalla rassegna: «Agli incontri – prosegue l’esponente della giunta di centrodestra – hanno partecipato oltre 6mila persone. Le sale sempre piene sono indubbiamente il risultato di una selezione di autori di primissima qualità, agevolata dal fatto di non avere più il vincolo del “filo conduttore”».

«Al di là dei numeri, ciò che vorrei rimarcare è l’indice di gradimento, altissimo, la grande partecipazione della gente e delle scuole, oltre al grande interesse di un pubblico sempre diverso ad ogni incontro. Storicamente lo scopo della nostra kermesse è promuovere la lettura, obiettivo che in questi dieci giorni abbiamo centrato in pieno».

Negli occhi dell’assessore Peroni resteranno la giornata inaugurale al Maga e quella conclusiva al Condominio. Ma anche molti degli ospiti e soprattutto le loro storie portate all’attenzione dei lettori: «Senza nulla togliere ai big che sono arrivati in città (per citarne alcuni, da Maurizio De Giovanni, Nicholas Sparks e Simonetta Agnello Hornby, fino ad Antonio Caprarica, Mario Luzzato Fegiz e Aldo Cazzullo), mi viene in mente il professor Ivano Dionigi, capace di “raccontare” la lingua latina come in pochi sanno fare. Ma anche Claudio Pellizzari, Pierdante Piccioni e Anna Savini, autori di libri che lasciano grandi spunti di riflessione>.

Lo sguardo dell’assessore è già rivolto alla prossima edizione, con due obiettivi già individuati e due conferme: «Da una parte cercheremo di ampliare la collaborazione con Busto Arsizio (resa possibile anche grazie   alla presenza della storica libreria di Francesca Boragno) e di coinvolgere sempre più le associazioni del territorio; dall’altra restare svincolati da un tema a non allestire il mercatino dei libri, puntando solo alla vendita dei volumi selezionati in occasione delle diverse presentazioni».

Questi i prossimi appuntamenti:
Marco Bianchi venerdì 17 novembre Teatro Condominio (ore21) presenterà il suo libro in uscita il 9 novembre dal titolo “Cucinare è un atto d’amore: la mia dieta tra emozioni, prevenzione e benessere”.

Gianrico Carofiglio sarà al museo Maga (Sala degli arazzi) domenica 19 novembre alle 11.30. Incalzato dall’avvocato Roberto Aventi, presenterà “Le tre del mattino”, la sua ultima fatica letteraria edita da Einaudi.

Tè letterari – Dal 25 di ottobre fino al 20 dicembre ogni mercoledì appuntamento alle 17 con la presentazioni di libri, sorseggiando un Tè caldo. Due le location: l’atrio di Palazzo Borghi e, per le ultime due date, la biblioteca civica Luigi Majno. Si inizia con Andrea Rognoni con “Geostoria della Civiltà lombarda. Primo e secondo volume”; l’8 novembre sarà il turno di Enrico Senesi con “Babele 2.0”; il 15 novembre Aldo Pedron con “La storia dei Beach Boys”; il 22 novembre Roberta Ruscica con “I Boss di Stato”; il 29 novembre Alessia Minoli con “A ognuno i suoi demoni”; il 6 dicembre Sante Ambrosi con “Lo scavo interiore. Il volto umano di Cristo Dostoevskji”; il 13 dicembre Marta Bardi con “Accadde una notte nel bosco”; il 20 dicembre Maria Giulia Baiocchi con “Come a teatro”.
Come sempre, tutti gli incontri saranno a ingresso libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.