Bollette dell’acqua “salate”, incontro pubblico in Comune

Appuntamento con la giunta Cerini giovedì 30 novembre per spiegare come e quando è stato deciso che i cittadini di Castellanza debbano pagare un conguaglio ad Agesp

acqua

«Questa Amministrazione non ha nulla da nascondere e soprattutto vuole essere trasparente e informare i cittadini su ogni argomento di particolare interesse, impegno con i cittadini già preso da tempo sulle bollette acqua. Infatti, già a settembre, e successivamente anche a ottobre, il Sindaco aveva ufficialmente comunicato a tutto il Consiglio Comunale che l’Amministrazione si sarebbe impegnata ad organizzare un’ assemblea pubblica sui problemi connessi alle bollette dell’acqua entro il mese di novembre».

Con queste parole il gruppo consilare Partecipiamo, che sostiene il sindaco Mirella Cerini, fa sapere che giovedì 30 novembre si terrà l’assemblea pubblica alle ORE 21,00 presso il Palazzo Comunale.

Sarà presente un dirigente di Amiacque, società che dal 1° gennaio 2014 gestisce l’acquedotto, la fognatura e la depurazione. In quella sede si cercherà di dare una risposta esauriente a tutti i cittadini sul “conguaglio” e sulle bollette acqua che presentano delle difficoltà di lettura.

«L’Amministrazione Cerini è completamente estranea al contenzioso tra Amministrazione e Agesp che si è concluso nel 2014 con un accordo di transazione portato in approvazione in Consiglio Comunale. In due sedute, nel 2014, il Consiglio ha riconosciuto e deliberato un importo di € 820.000 di cosiddette “partite pregresse” da riconoscere ad Agesp e ha stabilito esattamente come suddividere questa cifra ripartendola in tre anni sulle bollette dei cittadini» – sottolinea ancora Partecipiamo.

Il gruppo ci tiene anche a precisare che «tutta la documentazione è a disposizione di tutti i consiglieri e che in data 19 aprile è stata data al consigliere Palazzo una risposta scritta ad una precisa interrogazione sull’argomento. Pertanto le risposte che, con una raccolta firme, Palazzo chiede al Sindaco e alla maggioranza sono
già nei documenti trasmessi all’esponente di “Sognare insieme”. Infatti, usando gli stessi documenti, daremo gran parte delle risposte ai cittadini nell’assemblea pubblica». Per la lista sarà sufficiente spiegare gli accordi intercorsi con Agesp spa e sulle bollette con l’assemblea del
30 novembre e le informazioni saranno rese disponibili sul sito comunale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.