Cannabis e ketamina nel latte della madre, così la bimba finì in coma

La piccola di 15 mesi fu portata in ospedale a settembre dai genitori che raccontarono una storia che nascondeva la loro tossicodipendenza. Il tribunale ha accolto la misura dell'allontanamento

polizia notte

Sarebbe andata in coma a causa del latte tossico che beveva dal seno della madre, dipendente da diverse sostanze stupefacenti.

Per questo i gentitori della bimba di 15 mesi che a settembre era stata ricoverata in ospedale a Legnano per un’intossicazione da sostanze stupefacenti, sono stati allontanati con una misura di divieto di avvicinamento alla piccola. In quella circostanza i genitori avevano dichiarato che la bimba aveva raccolto un pezzo di hashish trovato in un parco giochi ed ingerita senza che loro se ne accorgessero.

L’indagine, condotta dal Commissariato di Legnano sotto la direzione del sostituto procuratore di Busto Arsizio Nicola Rossato, ha evidenziato un quadro totalmente diverso, quanto allarmante.
Gli esami tossicologici disposti sulla minore hanno evidenziato che negli ultimi 6 mesi prima del ricovero, la bambina è stata esposta continuativamente a thc (cannabis), oppiacei, anfetamina, mdma e ketamina.

Gli stessi esami hanno evidenziato la possibilità che cannabis e ketamina siano state ingerite nelle 48 ore che hanno preceduto il ricovero ed il coma, non escludendo che l’assunzione possa essere stata me veicolata dal latte materno.

Anche il racconto dei genitori sui loro spostamenti non ha trovato riscontri investigativi, i quali hanno invece fornito una dinamica ben diversa da quanto dichiarato.

Alla luce del provvedimento, i genitori non potranno più avvicinare la bambina, almeno finche la misura cautelare adottata sarà in vigore. Tale provvedimento è stato notificato anche ai servizi sociali, affinchè venga investito il Tribunale per i minori di Torino circa la collocazione della minore, che allo stato attuale si trova presso la casa cono nonni paterni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.