Una domenica senza auto per la Maratonina di Busto

Dalle 9 alle 13 blocco totale del traffico cittadino per permettere lo svolgimento della gara podistica alla quale parteciperanno 1500 runner. Organizza l'Atletica San Marco

presentazione maratonina 2017

L’A.S.D. Atletica di San Marco, ha organizzato, per domenica 12 novembre, anche quest’anno la “Maratonina città di Busto Arsizio” che giunge così alla sua ventiseiesima edizione.

I PROVVEDIMENTI VIABILISTICI PER DOMENICA 12 NOVEMBRE

Questa mattina in comune a Busto è stata organizzata una conferenza stampa per promuovere e presentare l’evento che “per il numero di partecipanti si colloca sicuramente tra le prime venti maratone a livello nazionale, ben al di là di numeri fatti registrare dai capoluoghi di provincia nell’organizzare iniziative analoghe”, queste le parole dell’assessore Gigi Farioli introducendo l’argomento.

“Busto Arsizio- continua l’assessore- può essere considerata così come la capitale delle maratone di Novembre e dei runner”. Farioli ha proseguito poi il suo discorso sottolineando come “lo spirito competitivo e non competitivo si fondono in questa manifestazione permettendo, così, di vivere e vedere la nostra città con maggiore serenità divertendosi e passando del tempo insieme”.

Per rendere ancora più sicura e migliore la prestazione degli atleti, è stato disposto, con un’ordinanza del comune, il blocco totale del traffico cittadino per il 12 novembre dalle 9 alle 13 in occasione anche dell’iniziativa “domenica ecologica”.

Il neo-presidente dell’associazione Apolonio ha ringraziato “il comune di Busto Arsizio che ci ha permesso ancora una volta di organizzare questa importante iniziativa, e tutti i volontari e lavoratori che si sono messi a disposizione, perché per coprire tutti i i 21km del percorso e per garantire il corretto funzionamento dei punti di ristoro sparsi per la città, sono impegnate circa 300 persone”.

Apolonio sottolinea inoltre come “la maratonina sia anche un’importante vetrina e generatore di introiti per la città, infatti molti degli iscritti sono forestieri e non sono cittadini di Busto”

A intervenire successivamente è stato l’addetto stampa dell’Atletica San Marco, Paolo Cristiano Oldani, che ha spiegato nei dettagli le ultime novità introdotte dalla ventiseiesima edizione della gara: “per quest’anno abbiamo pensato di introdurre una nuova gara non competitiva, che prende il nome di “la ventuno di Busto”,su un percorso che si estenderà per 21 km, e che si andrà quindi ad affiancare alle altre tre categorie previste dalla manifestazione, ovvero il percorso competitivo di 21 km e il non competitivo di 9,2 km, per entrambi i percorsi lunghi è richiesto il certificato medico mentre per il breve, no”.

“Un’altra bella novità-continua Oldani- soprattutto per gli atleti, è rappresentata dalla possibilità di ottenere un massaggio defaticante post gara offerto dagli studenti della scuola di massaggio W.S. Educational center di Via dei mille di Busto Arsizio”.

Riconfermata l’iniziativa dei “Pacer”: atleti che con un palloncino dettano le cadenze e i tempi ai vari maratoneti affinché possano raggiungere i propri primati personali.

“Il village dell’evento -spiega ancora Oldani- si trova al palazzetto dello sport di via Ariosto, con inizio della gara alle 9.30 da viale Cadorna, per numero di partecipanti anche questa edizione per ora si attesta intorno ai 1500 iscritti, in linea con i numeri delle passate edizioni”.

Alla conferenza era presente anche il consigliere di Forza Italia Roberto Ghidotti che è intervenuto concentrando l’attenzione su come “per organizzare un evento di queste dimensioni, sia necessario un impegno non indifferente, coordinare tutte le persone coinvolte non è facile e soprattutto bisogna prestare molta attenzione alla viabilità, perché, nonostante la cittadinanza sia stata adeguatamente informata, non è detto che tutti ne siano al corrente e può essere che qualcuno capiti al momento sbagliato nel posto sbagliato con la propria auto, un ringraziamento dunque all’atletica San Marco che rende possibile tutto questo”.

di
Pubblicato il 09 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.