“La legge di stabilità fa saltare la carta sconto benzina”

Lo denuncia l’assessore regionale Garavaglia. Il Pd: “Allarmismo a scopi elettorali”

carta sconto benzina apertura

«Il Governo Gentiloni in legge di stabilità fa saltare la carta sconto benzina dei lombardi. C’è, infatti, una riduzione del 20% del fondo che finanzia l’operazione carta sconto benzina. E’ evidente che una decurtazione dello sconto del 20% rende inefficace il sistema con il risultato che tutti torneranno a fare la benzina in Svizzera».

Lo ha detto l’Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione di Regione Lombardia Massimo Garavaglia in riferimento a quanto deciso dal Governo con l’ultima manovra di bilancio.

«E’ un’operazione davvero stupida – ha commentato l’assessore Garavaglia – perché penalizza i cittadini lombardi e allo stesso tempo fa mancare risorse alle casse dello Stato» «Infatti, – ha spiegato l’assessore – l’operazione carta sconto fa incassare allo Stato più imposte rispetto alle risorse che vengono destinate allo sconto».

«A questo punto sarà interessante – ha concluso l’assessore regionale all’Economia – sentire dal sindaco Giorgio Gori una spiegazione plausibile, quando si recherà nelle province di Varese, Como e Lecco, sul perché il suo partito abbia deciso una cosa tanto stupida».

Sulla questione in giornata non è tardata ad arrivare la replica dell’opposizione in Consiglio Regionale,

«L’assessore Garavaglia non faccia allarmismo a scopi elettorali. È stato per tanti anni in Parlamento e sa bene come funziona. L’iter della legge di stabilità è appena iniziato: c’è tutto il tempo per lavorare a modifiche nell’interesse dei cittadini lombardi. Come rappresentanti del Partito Democratico stiamo già lavorando in questa direzione».

Così Alessandro Alfieri e Luca Gaffuri consiglieri regionale PD hanno risposto all’assessore Garavaglia sulla carta sconto benzina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.