Luigo, “Per uscire dai casini simulo il mio funerale”

Un racconto allegro e dissacrante delle nostre grandi sfide quotidiane. La pellicola verrà presentata il prossimo 4 dicembre al Sociale

Avarie

Luigo è nei guai: ha completamente dilapidato il patrimonio ereditato riuscendo anche ad accumulare dei debiti e vive con suo fratello, invasato di Yoga, in una casa oggetto di sfratto nel centro di Bologna.
L’amica Michela, l’unica che continua a dargli fiducia, non può fare a meno di aiutarlo nonostante la bizzarra fissazione di lui per improbabili sceneggiate in cui assume a pagamento false identità.

Messo alle strette da banche e agenzia delle entrate, dopo vari fallimenti di fuga, ha una grande intuizione: mettere in scena il proprio funerale.

Con la complicità del fratello e di Michela trova al mare il corpo esanime di un immigrato e lo porta a Bologna, ma al suo ritorno fa una scoperta che gli sconvolgerà i piani.

“Luigo” trailer from FiFilm on Vimeo.

Luigo è il terzo film di Stefano Usardi, prodotto dalla FiFilm production di Caterina Francavilla e uscito nel circuito delle sale indipendenti da novembre 2017 e sarà presentato dallo stesso regista lunedì 4 dicembre, alle 21, al Cinema Teatro Nuovo di Luino. 

La storia di un giovane adulto in cerca di una via d’uscita alla situazione grottesca in cui si è cacciato e che per certi versi tanto assomiglia – nel piccolo – a quella in cui versa il nostro paese….
Un racconto allegro e dissacrante delle nostre grandi sfide quotidiane: identità, debito, lavoro, relazioni e fantasiose quanto rocambolesche ricerche di vie di fuga.

LUIGO
Regia: Stefano Usardi
D.o.P: Luca F. M. Orlandi (A.I.C.)
Musiche: Sursumcorda
produzione Fifilm di Caterina Francavilla
Lunedì 4 Dicembre 2017 h.21,00,
regista presente in sala.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.