Malnate propone al Governo soluzioni per la mobilità dei giovani studenti

Astuti: "Mobilità centrale nel percorso di crescita. Grazie all’Avv. Laura Damiani e al Dirigente Scolastico di Malnate Dott. Valli per lo straordinario lavoro svolto"

112 Bimbi a Malnate

Arriva a ben 4 Ministeri – quello dell’Istruzione, della Giustizia, della Salute e dei Trasporti – la proposta targata Malnate sulla Città dei Bambini. “E’ importante garantire che i nostri giovani concittadini possano intraprendere percorsi di responsabilizzazione crescente che includono l’andare e tornare da scuola in autonomia”. Così il Sindaco di Malnate Samuele Astuti.

La Città dei Bambini si mobilita e, per rispondere a una problematica che ha avuto molto riscontro sul piano nazionale, invia un’istanza ai Ministeri dell’Istruzione, della Giustizia, della Salute, delle Infrastrutture e dei Trasporti.

“Con la richiesta di una parziale ma alquanto significativa modifica della disciplina vigente, recepiamo prima di tutto un’esigenza proveniente dai nostri stessi giovani concittadini” afferma Samuele Astuti, sindaco di Malnate, città che nel Marzo di questo stesso anno è stata promossa dal Garante Regionale per i diritti dell’infanzia e dell’Adolescenza come modello da seguire per l’attenzione dimostrata nei confronti dei bambini e dei ragazzi. “Con il progetto della Città dei Bambini stiamo cambiando il nostro paese. Non si tratta di pura filosofia, il risvolto pratico è evidente: vogliamo che i nostri giovani si riapproprino del luogo in cui vivono, contribuendo a renderlo un posto più sicuro e migliore per tutti” prosegue Astuti, che rilancia: “l’autonomia individuale è un fondamentale tassello di questo percorso che stiamo costruendo insieme, da diverso tempo. Sono ormai 6 anni, infatti, che – insieme al Dirigente scolastico Lucio Valli e l’Avvocato Laura Damiani – responsabilizziamo i nostri studenti e con la collaborazione dei genitori e di tutti gli altri soggetti che prendono parte al Patto Educativo di Comunità contribuiamo a definire il loro cammino di crescita. Questo passa anche attraverso azioni concrete quali, appunto, il recarsi a scuola da soli”. Le recenti vicende hanno minato alla base questa iniziativa, intrapresa da molti comuni in Italia, ma Astuti si dichiara fiducioso: “Se in Italia la percentuale di bambini non accompagnati è solo del 7%, a Malnate supera il 50%, ed è un risultato del quale andiamo fieri. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di procedere su questa strada. I bambini vanno e tornano da scuola da soli grazie all’attento lavoro di studio di esperti  e il contributo di numerosi volontari che ha consentito la creazione di percorsi protetti, con beneficio per l’intera comunità. Per questo intendiamo presentare la nostra esperienza positiva e per lo stesso motivo presentiamo un’istanza – per la quale ringrazio in modo particolare l’Avv. Laura Damiani e il Dirigente Scolastico Dott. Valli – ai Ministeri interessati: è necessario che  anche a livello legislativo sia garantita a genitori e insegnanti la possibilità di proseguire con percorsi di autonomia individuale e credo che grazie al lavoro preciso e puntale della Deputata del Partito Democratico Simona Malpezzi si possa arrivare al più presto ad una soluzione condivisa e apprezzata”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.