Maurizio Artusa, 29 anni, nuovo Segretario di Circolo a Busto Arsizio

80 voti favorevoli e 4 schede bianche: in 84 si sono ritrovati nella mattina di domenica 5 nella sede PD di Busto Arsizio per eleggere il nuovo Segretario

politica varie

«Dobbiamo pensare a questo congresso non semplicemente come il momento in cui ridisegnare gli organi di governo del Circolo, ma come un cambio di passo per ritornare ad essere un punto di riferimento di una comunità: quella comunità democratica, riformista, progressista, europeista che in città chiede una presenza forte, decisa e chiara sull’attività politica locale e nazionale». Con queste parole Maurizio Artusa si è presentato agli 84 iscritti del Partito Democratico di Busto Arsizio che questa mattina si sono ritrovati per eleggere il nuovo Segretario di Circolo.

Di questi in 80 hanno espresso il proprio voto favorevole nei confronti del giovane Artusa che a 29 anni diventa il nuovo Segretario cittadino, sostenuto unitamente da tutto il Partito Democratico cittadino. Con lui eletta anche una nuova Direzione composta da 18 persone: nove uomini e nove donne.

Un’assemblea partecipata quella che si è svolta nella sede del PD di viale Repubblica dove ha portato il proprio saluto anche Gianfranco Bottini, rappresentante della lista civica Busto al Centro. E anche BAC e le altre forze politiche presenti in città si è rivolto il neo Segretario Artusa nel suo discorso d’insediamento: «Le sfide future ci vedranno potenzialmente vincenti solo se affrontate in maniera il più possibile coesa e unita. Il confronto con le altre forze civiche e politiche dovrà favorire l’aggregazione di una coalizione ampia che vada dalla sinistra riformista al centro di tradizione cattolico-sociale, con una forte partecipazione delle componenti civiche, peculiari al territorio bustocco, traendo ispirazione dal modello Milano, indice di una buona amministrazione del territorio, larga e condivisa».

Insomma un PD aperto, inclusivo e maggiormente protagonista sul territorio cittadino e attento ai bisogni dei cittadini. «Dobbiamo iniziare un lavoro che porti il nostro Circolo a garantire quell’immagine di partito moderno, attento alle istanze sociali, ma anche capace di uscire da una delle più gravi crisi economiche del dopoguerra. Un partito – ha spiegato Artusa – che governa i problemi e non li usa come una clava di becera propaganda».

Ambiente, imprese e lavoro, welfare, giovani, politiche di integrazione: sono tanti i temi che sono stati toccati nella discussione nata all’interno del PD di Busto Arsizio e su cui il nuovo Segretario ha assicurato il proprio impegno e quello di tutto il Partito: «Sono tante le cose da fare – ha concluso Maurizio Artusa – se tutti insieme, condividendo un rinnovato spirito di squadra, sapremo lavorare per raggiungere obiettivi che ora ci sembrano lontani e impalpabili, se li affronteremo per tempo e con la giusta dose di serietà e programmazione, allora potremo tornare ad essere attori protagonisti e non semplici comparse nella sfida delle prossime amministrative».

Presente al Congresso del PD di Busto Arsizio anche il Segretario provinciale e Sindaco di Malnate Samuele Astuti che ha espresso «I migliori auguri a Maurizio Artusa, nuovo Segretario di Circolo, e a tutto il Direttivo. Questa mattina ho partecipato al Congresso e ho visto una grande voglia di partecipare, di costruire e di guardare al futuro. Siamo pronti a lavorare per le prossime, importanti e decisive sfide che ci aspettano».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.