“Problemi alle stazioni, Ferrovie Nord intervenga”

Il sindaco di Rescaldina, insieme a quelli di Castellanza Marnate e Gorla Maggiore, ha incontrato il delegato di Ferrovie Nord. "Situazione difficile per i pendolari"

Rescaldina generiche

La situazione delle stazioni Ferrovienord di Rescaldina e Castellanza è purtroppo difficile da tempo: i disservizi si ripetono e si amplificano, causando problemi e difficoltà a lavoratori e studenti che ogni giorno utilizzano i treni di Trenord provenienti non solo da Rescaldina e Castellanza, ma anche da tutti i paesi limitrofi non dotati di stazioni ferroviarie.

«Per questo ho chiamato a raccolta tutti i miei colleghi sindaci dei paesi a nord di Rescaldina» spiega il sindaco del paese Michele Cattaneo. «A pagare per i disservizi di Ferrovie Nord sono tutti i nostri cittadini che giustamente si rivolgono ai loro Sindaci chiedendo un intervento».

Questa mattina, mercoledì 8 novembre, i sindaci si sono ritrovati alla stazione a Rescaldina per portare la quotidianità del vissuto dei pendolari all’ing. Andrea Passarelli, responsabile dell’ufficio gestione e valorizzazione stazioni di Ferrovienord.

Presenti all’appuntamento, oltre al Sindaco Cattaneo e all’assessore Schiesaro, i primi cittadini di Castellanza, Mirella Cerini, di Marnate Marco Scazzosi, e la vicesindaco di Gorla Minore Beatrice Bova, che hanno consegnato al rappresentante di Ferrovienord una lettera a firma anche degli altri Sindaci interessati.

Per la stazione di Rescaldina i Sindaci chiedono di risolvere al più presto problemi importanti: la mancanza di servizi igienici, l’inadeguato funzionamento dell’emettitrice di biglietti, la chiusura del bar, la pulizia carente degli ambienti, il non funzionamento degli ascensori e il sovraffollamento dei treni negli orari di punta. Il sindaco Cattaneo e l’Assessore Schiesaro hanno inoltre nuovamente ribadito la richiesta di posizionamento di una velostazione per le biciclette, come già richiesto fin dal 2014.

Per la stazione di Castellanza è stata sottolineata la necessità di sistemare i cedimenti di via Padella, le infiltrazioni dai canali di raccolta del parcheggio nord, gli ammaloramenti degli intonaci esterni conseguenti alle infiltrazioni dalla copertura e la percolazione di acqua dal piano terrazzo. Anche per Castellanza è stata richiesta la predisposizione di una velostazione.
Da parte di Ferrovienord c’è stata disponibilità ad affrontare i problemi posti e ad istituire momenti di confronto per valutare l’andamento delle azioni risolutive.

«Oggi si è aperto un dialogo costruttivo che speriamo prosegua fino alla risoluzione definitiva di tutti i problemi posti. Risoluzione che siamo certi essere di interesse anche di Ferrovienord e Trenord» il commento di Cattaneo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da donchisciotte

    A Castellanza soprattutto è diventata insostenibile la situazione parcheggi.
    Molti spazi sono recintati, una gran parte del parcheggio è inutilizzabile per i pendolari due giovedì al mese per pulizia strada dalle 8 alle 12! E’ una vera presa in giro aver portato fuori città una stazione per renderla più facilmente raggiungibile e poi non dotarla di centinaia di parcheggi. Quello realizzato è ampiamente sottostimato, basta passare di li alle 8.30 per trovarlo già completo. Possibile che non si possano sfruttare meglio le molte aree esterne inutilmente tenute a prato?