Rivoluzione al PalA2a: in arrivo il grande “cubo” sospeso sul campo

Dopo la gara con Sassari inizieranno i lavori: ecco le caratteristiche del nuovo tabellone a quattro schermi. E all'orizzonte c'è anche il "parterre Vip"

Openjobmetis Varese - Dolomiti En. Trento 93-66

La partita di domenica 19 novembre che vedrà la Openjobmetis affrontare Sassari sarà l’ultima – a Masnago – che vedremo con le modalità che conosciamo. Il giorno successivo al match infatti, inizieranno i lavori per montare la grande novità extracestistica dell’anno, il cosiddetto “cubo”, grande tabellone multiuso sospeso al di sopra del parquet del PalA2a. (nella foto in alto si vede l’attuale “volta” del palazzetto)

Una novità attesa da tempo (la conferma definitiva arrivò da Claudio Coldebella proprio durante un’intervista in diretta nella redazione di VareseNews) che finalmente si concretizzerà e metterà il vecchio “Lino Oldrini” in linea con impianti ben più moderni.

Naturalmente il posizionamento del cubo porterà con sé una serie di modifiche a tutto l’impianto luci-audio di Masnago, e per questo motivo i lavori si protrarranno per alcuni giorni (almeno una settimana), in tempo comunque per la successiva partita interna di campionato del 10 dicembre con Capo d’Orlando. Segnatevi la data: in quel giorno inizierà la “nuova era”.

tabellone cubo palasport sassari
Il “cubo” del palasport di Sassari, simile – ma senza anello inferiore – a quello di Varese

COME È FATTO IL “CUBO”

La struttura, realizzata dall’azienda specializzata Bertelé Sport di Lurago d’Erba, prevede quattro schermi a led (proporzione 16:9) larghi 5,5 metri e alti 3, leggermente inclinati a favore delle tribune. Gli schermi, nella parte inferiore, sono collegati con un “anello” anch’esso a led, con un diametro di 5 metri e un’altezza di 50 centimetri che può essere utilizzato a sua volta per far scorrere testi, punteggi o immagini pubblicitarie.

SPONSOR: “C’È INTERESSE”

La presenza del “cubo” sarà possibile grazie a un contratto di sponsorizzazione principale stipulato da Pallacanestro Varese e Tigros, l’azienda della grande distribuzione della famiglia Orrigoni che ha scelto di essere partner per questa iniziativa. Il logo dei supermercati comparirà in grandi dimensioni al di sotto del tabellone luminoso, ma naturalmente l’impianto prevede molti spazi per altri marchi commerciali.
Nomi, al momento, non se ne fanno ma, spiega Claudio Coldebella, «questo è uno strumento di grande attrattiva per chi vuole investire in pubblicità. Oltre alle indicazioni relative alla partita, come punteggio, situazione falli e punti dei singoli giocatori e via dicendo, è possibile visualizzare immagini, video e strumenti interattivi – prosegue il dg biancorosso – In questo momento c’è molto interesse da parte degli sponsor intorno a questa novità: l’augurio è che ciò si concretizzi».

A proposito di sponsor, è ormai ufficiale l’accordo tra Pallacanestro Varese e Intesa Sanpaolo, il grande istituto bancario che ha già accordi con altre società cestistiche di Serie A e ora aggiunge anche la Openjobmetis al proprio “bouquet”. Proprio la filiale milanese di piazza Cordusio ospiterà, sabato 18 (ore 11) l’evento “Giganti del Basket” al quale parteciperanno tra gli altri anche Andrea e Dino Meneghin e Charlie Recalcati. L’appuntamento si tiene nell’ambito della manifestazione “BookCity Milano”.

Openjobmetis Varese - The Flexx Pistoia 81-73
Avramovic esulta: sullo sfondo lo spazio per il parterre vip

I PROSSIMI PASSI

L’arrivo del “cubo” non è l’unico stravolgimento che vedremo al palazzetto, rispetto alla visuale consueta. Se al posizionamento del grande tabellone è collegata la sistemazione dell’impianto luci, in futuro (non a breve termine) dovrebbe tornare anche la presentazione delle squadre “all’americana”.
L’altra grande novità riguarda la nascita del cosiddetto “parterre VIP”: il lato lungo del campo opposto alle panchine è stato infatti liberato dai rotori pubblicitari perché sarà destinato a ospitare una serie di posti particolarmente vicini al campo (quindi ambìti, quindi costosi). La società ha già inoltrato richiesta alla commissione apposita per poter posizionare le sedute: entro fine anno è possibile che ci sia qualche novità a riguardo. Ancora da definire prezzi e modalità di vendita, anche se è probabile che chi ha già un abbonamento in parterre potrà richiedere un “upgrade” (a pagamento).

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 14 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.