Tutti i gadget del giornalista di strada

Si è visto tutto - ma anche di più - di quello che serve a un giornalista “mojo” nell’affollatissimo panel che si è svolto nella sala Giunta della Camera di Commercio

Avarie

Zaini con batteria inclusa, stabilizzatori, microfoni, sistemi antifurto e altri indispensabili gadget: si è visto tutto – ma anche di più – di quello che serve a un giornalista “mojo” (cioè mobile ) nell’affollatissimo panel che si è svolto nella sala Giunta della Camera di Commercio dalle 14 alle 16 di sabato 18, nell’ultima giornata del festival Glocal.

Dritte pratiche, must have o imperdibili giocattoli supercostosi sono stati oggetto delle conversazioni tra  Matteo Rainisio, vicepresidente di Anso e editore di Ivg, il giornale on line di Savona; Martina Pennisi, giornalista del Corriere dal 2015 specializzata in tecnologie digitali e del loro impatto su economia, ma per molti anni free lance e collaboratrice di Wired Italia e infine Stefania Radman, giornalista di Varesenews.

In una professione che in pochi anni ha subito enormi trasformazioni, e ha reso il lavoro del cronista una sorta di “one man show” a raccontare i dieci strumenti fondamentali del cronista ci ha pensato Matteo Rainisio.

GUARDA LE SUE SLIDES

Mentre a raccontare cosa succede fuori dall’Italia – e come anche le grandi redazioni si stiano spostando verso questo nuovo modo di lavorare . è stata invece Martina Pennisi.

Si è parlato di droni e di treppiedi, di doppi telefoni e di “saponette” per il wifi. In attesa della vera innovazione che cambierà davvero il futuro degli smartphone e delle nostra professione: una evoluzione della batteria che eliminerà la necessità di metà dei gadget necessari al giornalista d’oggi. «Il futuro arriverà solo quando il giornalista potrà uscire praticamente solo con lo smartphone» ha ricordato Martina Pennisi: per ora però è importante cominciare a mettersi in spalla uno zaino ben attrezzato.

Per sapere tutti i particolari della lunga a partecipata conversazione, ecco la diretta integrale, pubblicata (con uno dei gadget citati, la seconda edizione della telecamera “da dirette” Mevo) sulla pagina di Anso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.