Vandalismo su una bicicletta del nuovo bike sharing Ofo

Samuele ci ha inviato alcune foto. È possibile segnalare bici rotte attraverso l'app che ne dispone l'utilizzo

Bicicletta Ofo danneggiata e abbandonata

Appena arrivate e già nel mirino dei vandali? Speriamo si tratti solo di un caso isolato ma le immagini inviate da Simone parlano chiaro. Il nostro lettore ha, infatti, trovato, una bicicletta gialla OFO bike sharing Varese davanti alla chiesa della Brunella di Varese danneggiata e buttata in un’aiuola.

Ricordiamo che l’app per l’utilizzo delle biciclette permette anche di segnalare ai gestori i principali problemi, come una bici rotta o in un parcheggio scorretto: queste info andranno direttamente ai gestori, che prenderanno provvedimenti.

Qui tutte le info sul bike sharing Ofo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mike

    Non ci meritiamo iniziative del genere. Abbiamo ancora troppe tare che gravano sui nostri cervelli per capire che servizi come questo possono solo aiutare e limitare il traffico urbano e a renderci la vita un po’ più facile.. Di idioti purtroppo ce ne sono sempre troppi!

  2. Michela Villani
    Scritto da Michela Villani

    Concordo con il commento di mike! E aggiungo che siamo lontani anni luce dall’imparare il rispetto per i servizi al cittadino. Perché “approfittare” dei servizi e non utilizzarli correttamente?A quale fine porta vandalizzare beni comuni?Sono molto felice per il servizio offerto dalle bike sharing: innovativo e utile. Auguriamoci che i cittadini ne abbiano rispetto e cura