Apre Periferia Sociale, un luogo per tutti

In un'animata piazzetta del paese il nuovo sodalizio si propone come punto d'incontro per le diverse realtà associative. Venerdì l'inaugurazione

Lonate Pozzolo

Un nuovo punto d’incontro, uno spazio aperto a tutti, a partire dalle associazioni, nel cuore del paese. È l’obbiettivo di Periferia Sociale, nuovo sodalizio a Lonate Pozzolo che venerdì 8 dicembre inaugura la sua sede.

«Uno spazio sarà dedicato a mostre storiche, fotografiche, artistiche, ma anche eventi» spiegano. Locali e spazio espositivo, con tanto di vetrina sulla piazza Mazzini, una piazzetta del paese che è incrocio trafficato ma anche spazio vivace, con un pugno di negozi. Quasi centro, anche se Periferia Sociale ha scelto volutamente il riferimento alla periferia, guardando a un contesto più ampio: «siamo la periferia di una grande area metropolitana».

Sguardo più ampio e attenzione al paese sembrano i due punti cardine. «Periferia Sociale – spiegano i promotori – nasce come casa per le associazioni lonatesi, che sono più di cento, tra associazioni di volontariato, sportive, sociali. Tutte sigle che hanno bisogno anche di spazi, perché spesso si riuniscono in case private. Ci siamo detti che condividere gli spazi potrebbe attivare anche quelle sinergie tra le diverse forze che sempre ci si augura possano nascere». I princìpi ispiratori rivendicati sono la solidarietà, l’inclusione, l’eguaglianza, il rispetto dei diritti umani, la promozione del bene comunale, la legalità, l’antifascismo.

Uno spazio fisico per far incontrare, ma anche con un obbiettivo più alto, «far parlare di cose belle a Lonate, non solo di ciò che non va bene in questa realtà che è anche complicata». In una parola: «bellezza», richiamata anche dai primi volantini con cui l’associazione si è presentata in città.

Lonate Pozzolo

Venerdì 8 dicembre – il giorno dopo la festa patronale di Sant’Ambrogio – è prevista l’inaugurazione, alle 9.45, con presentazione del Tacuìn da Lunà a cura della Pro Loco, buffet.
Sarà inoltre aperta una mostra sulla storia degli emigranti lonatesi in California, che ha creato un rapporto ravvivato negli anni Novanta e alimentato anche oggi.

«La prima cosa che abbiamo fatto – spiega Renato Regalia, vicepresidente dell’associazione – è stata presentarci in Pro Loco, subito ci hanno proposto la presentazione del calendario, abbiamo poi aggiunto anche una mostra fotografica.

Lonate Pozzolo

Dieci i soci fondatori (Maurizio Zaro presidente, Tania Manfredelli tesoriere, Renato Regalia vicepresidente, Nadia Rosa, Angela Rosa, Luciano Turrici, Gerry De Angelis, Edoardo Menegazzi, Ylenia Carrassi, Melissa Derisi), mentre la campagna di tesseramento è aperta in questi giorni, a ridosso della inaugurazione.

Da gennaio poi si partirà con le altre iniziative. A partire dal 27 gennaio, visto che «a Lonate non si è mai celebrata in modo attento la Giornata della Memoria», poi abbiamo anche altre idee con altre associazioni del paese.

Altro tema su cui si vuole lavorare è quello della violenza sulle donne, che è emerso in modo drammatico con il caso di Deborah Fuso, solo il più tragico di tante vicende che si vivono anche in questa comunità. L’idea è che – anche senza essere uno sportello antiviolenza organizzato – «questa sede sia un piccolo presidio che possa dare una mano» conclude Tania Manfredelli.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.