Digos, perquisiti e denunciati 13 esponenti di “Veneto Fronte Skinhead”

La Digos ha denunciato i 13 esponenti neofascisti, responsabili del reato di violenza privata con l’aggravante del numero delle persone riunite

polizia di stato gallarate commissariato volante

Perquisizioni e controlli nelle case di tredici esponenti dell’”Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads”, responsabili dell’ingresso non autorizzato nella sede comasca dell’associazione “Como senza Frontiere” dello scorso 28 novembre.

La Digos ha denunciato i 13 esponenti neofascisti, responsabili del reato di violenza privata con l’aggravante del numero delle persone riunite.

Il gruppetto ha costretto i membri dell’associazione che si occupa di accoglienza di migranti ad ascoltare un comunicato di forte critica contro i movimenti simili al loro, letto ad alta voce dopo l’ingresso senza autorizzazione. Le perquisizioni hanno coinvolto gli uffici Digos di Como, Genova, Lodi, Mantova, Brescia e Piacenza, su delega della Procura della Repubblica di Como.

Sabato 9 dicembre è stata indetta una manifestazione alla quale hanno aderito numerosi partiti, associazioni, sindacati e singoli cittadini per protestare contro questo tipo di “aggressioni”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.