I domiciliari non bastano, 47enne finisce in carcere dopo il terzo reato in un anno

Era ai domiciliari per due diversi provvedimenti (stalking e violenza a pubblico ufficiale) ma continuava a violarli. Per questo i carabinieri hanno dovuto portarlo in carcere

arresto carabinieri

I carabinieri della stazione di Busto Arsizio hanno riarrestato un 47enne di Busto Arsizio che ha voluto chiudere il 2017 con un terzo provvedimento restrittivo nei suoi confronti. L’uomo, disoccupato e pregiudicato, ha impegnato ancora una volta i militari del territorio.

Sottoposto a detenzione domiciliare per ben due diversi provvedimenti, uno per stalking nei confronti della ex-compagna e l’altro a seguito di un arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale (eseguito dai colleghi di Legnano), è finito di nuovo nei guai.
Non contento della sua difficile situazione giudiziaria è stato colpito da provvedimento di aggravamento della misura cautelare, emesso dal Tribunale di Busto Arsizio, per aver violato ripetutamente la misura dei domiciliari. In sostanza continuava a girare liberamente per la città nonostante gli fosse stato vietato.

Per questo motivo passerà l’ultimo dell’anno in carcere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.