Investì e uccise due sposini, a maggio il processo

A settembre era stato respinto il patteggiamento per il 25enne imputato per la morte di Mario Cocco e Michela Furnari, i due sposini di Cairate investiti a Fagnano Olona nel 2015

tribunale busto arsizio generica

Il giudice Luisa Bovitutti, a settembre scorso, aveva respinto il patteggiamento ad una pena di 3 anni chiesto dal legale di Rubil Behri, il 25enne albanese che la sera dell’11 luglio 2015 con la sua auto si scontrò con lo scooter sul quale viaggiavano il 36enne Mario Cocco e la moglie Michela  Furnari di 38, uccidendoli.

La coppia stava tornando a casa, verso Cairate, dopo aver fatto visita ai nipoti. Mentre viaggiavano lungo la via che collega Cassano Magnago a Busto Arsizio, si sono trovati davanti l’auto di Rubil, che guidava sotto effetto di cocaina, mentre sorpassava una fila di auto, invadendo la carreggiata sui cui viaggiava lo scooter guidato da Cocco. L’impatto fu violentissimo e i due, sposati da pochi mesi, non sopravvissero.

Nei giorni scorsi il giudice per l’udienza preliminare Nicoletta Guerrero ha rinviato a giudizio il giovane. L’avvocato di parte civile, Tiberio Massironi, ha commentato positivamente la decisione del giudice di andare a dibattimento: «Solo per una questione di tempo all’imputato non è stato possibile contestare l’omicidio stradale, reato che è stato introdotto qualche mese dopo – spiega il legale – inoltre l’atteggiamento tenuto anche sui social dove Behri è solito postare foto di belle macchine e di vacanze al mare, non ha aiutato a rassenerare l’animo di chi ha perso ciò che ha di più caro» .

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore